7 bellissime destinazioni costiere in Europa dove fare le vacanze col kayak

vacanze col kayak in Europa dove andare

Per fare vacanze col kayak in Europa non c’è che l’imbarazzo della scelta: tutto il Mediterraneo, dalla Grecia al Portogallo, la costa atlantica e su fino al mare del Nord intorno al Vecchio Continente c’è davvero di tutto e ogni condizione per una vacanza col kayak. Certo, correnti e venti, soprattutto al nord Europa e in alcuni passaggi critici come le Bocche di Bonfacio in Corsica (qui i consigli di chi ha fatto tutto il giro dell’isola in kayak), rendono le condizioni più difficili e il tutto più impegnativo e con un margine di rischio maggiore, ma basta fare i conti con le proprie capacità e scegliere le località più adatte e ovviamente più belle (oltre ovviamente a scegliere il kayak adatto).

Wild Atlantic Way, Irlanda

La Wild Atlantic Way è un percorso turistico, in auto o escursionistico, che va dal Donegal nell’estremo nord dell’Irlanda, fino a Kinsale sulla costa meridionale. Comprende l’intera costa occidentale dell’Irlanda, dove l’Atlantico ha scolpito scogliere, grotte e calette che sono di stupefacente bellezza. Farla tutta, in kayak, è una impresa sovrumana, visto che si parla di qualcosa come 2500 km, ma in estate, se non si temono i temporali, si ha molta pazienza e si apprezzano le atmosfere dei pub irlandesi, può essere davvero un piacere esplorare alcuni tratti di questa costa in kayak pagaiando tra santuari della fauna selvatica e marina, parchi nazionali e stupefacenti formazioni geologiche.

Algarve, Portogallo

Dici Algarve e pensi costa, spiagge e mare (oltre che Rota Vicentina, uno dei cammini più belli d’Europa). Facendo base ad Albufeira si può visitare questo tratto costiero del Portogallo in kayak, esplorando baie e calette dalle acque relativamente calme, oppure raggiungendo il Parco Nazionale di Ria Formosa, una zona lagunare vicino a Faro, oppure nell’estremo ovest il Parco Nazionale della Costa Vicentina, è uno dei luoghi più belli d’Europa dove si possono trascorrere settimane esplorando tutte le grotte nascoste e le calette della costa.

Sognefjord, Norvegia

Il Sognefjord è il secondo fiordo più lungo del mondo, 204 km che rientrano nell’entroterra dalla costa sud ovest della Norvegia. Secondo il National Geographic Traveler è la destinazione “più iconica del mondo”, ed è un paradiso del kayak, con gite di un giorno abbordabili anche da chi è alle prime uscite ma anche avventure di più giorni alla scoperta di una delle autentiche meraviglie del mondo.

Isole Lofoten, Norvegia

Altro paradiso del kayak norvegese, questa volta all’interno del Circolo Polare Artico. Le isole Lofoten sono la quintessenza della natura selvaggia norvegese, con montagne maestose, fiordi stupefacenti e spiagge bellissime. Certo l’acqua non è calda ma c’è tantissima natura e fauna selvatica da avvistare lungo il viaggio in kayak e pagaiare anche sotto il sole di mezzanotte, bivaccando dove capita.

Bohuslän, Svezia

il Bohuslän in Svezia è un tratto di costa da Göteborg al confine con la Norvegia con qualcosa come 8.000 isolette, molte delle quali isolate e selvagge, ed è un autentico paradiso per gli amanti del kayak da mare. Aria pulita, acqua purissima, natura incontaminata e primordiale e di tanto in tanto piccoli villaggi di pescatori verso cui approdare cullati da acque abbastanza calme da essere navigabili con facilità.

Costa Adriatica, Croazia

Vale il discorso dell’Irlanda: dove vai, capiti bene. Da Dubrovnik all’Istria, sospinti dalla corrente risalente, tutta la costa croata è una meraviglia da esplorare durante le vacanze col kayak con acqua blu scintillante, baie e calette nascoste e città dall’intensa storia e vita notturna. Purtroppo è vietato accamparsi liberamente, ma vale sicuramente la pena esplorare la costa o magari fare qualche incursione risalendo i fiumi.

Anglesey, Regno Unito

L’Anglesey, l’isola nel Mare d’Irlanda nonché contea del Galles, è un’altra magica destinazione per chi cerca vacanze col kayak indimenticabili. Purtroppo le acque sono abbastanza turbolente da fare selezione in base a capacità ed esperienza ma le insenature pullulano di animali selvatici e lo spettacolo naturale è davvero tra i più belli che si possano vedere a bordo di un kayak.

©RIPRODUZIONE RISERVATA