Sci di fondo a Livigno: aperta la pista dal 30 ottobre 2020

Sci di fondo a Livigno: aperta la pista dal 30 ottobre 2020

Per lo sci di fondo a Livigno la pista è aperta già dal 30 ottobre 2020. In pratica la stagione invernale comincia ufficialmente. Vero che gli impianti di risalita sono fermi causa DPCM del 25 ottobre, ma le attività sportive all’aria aperta, purché individuali, sono consentite, e lo sci di fondo rientra tra queste a pieno diritto. Quindi via libera agli sci stretti sul primo tratto dell’anello dello sci di fondo a Livigno, fruibile grazie alla tecnica dello snow farming, la conservazione della neve del precedente inverno di cui abbiamo parlato già in questo articolo.
L’anello dello sci di fondo a Livigno al momento conta “solo” 1,5 km percorribili, e l’accesso è diviso per fasce orarie: dalle 6:30 del mattino alle 12 apertura riservata ai team agonistici che si stanno preparando alla stagione delle gare; dalle 12 alle 19:00 accesso invece aperto agli amatori, ai residenti di Livigno e a quelli della provincia di Sondrio. L’accesso avviene in modalità ticketless: il biglietto si acquista solo online, tramite l’App My Livigno, al costo di 5 euro al giorno.
Con l’arrivo della neve anche ai 1816 metri di quota in cui si trova la località lombarda al confine con la Svizzera si apriranno anche gli altri tratti della pista lunga 30 km che raggiunge la zona della Forcola e dell’Alpe Vago, nonché la Marianna Longa, la pista tecnica di 5 km con numerosi dislivelli molto amata dai fondisti.
Per quanto riguarda le misure anti-COVID durante lo sci di fondo a Livigno: l’uso della mascherina è obbligatorio fino ad accesso avvenuto all’interno dell’impianto e quando si esce, nonché durante le pause dell’attività (quindi la mascherina è da tenere sempre a portata di mano). Durante l’attività invece non è obbligatorio indossare alcuna protezione delle vie respiratorie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA