Integratori e corsa: quali bere quando fa caldo

Integratori-Corsa-Quali Bere-Caldo-FlickrCC_dominikgolenia

Cosa bere quando ci si allena, per esempio di corsa, in bicicletta o facendo attività in ambienti con temperature elevate? E soprattutto, quali eventuali integratori bere quando fa caldo? Se tra estate e inverno non cambiano i principi dell’alimentazione di uno sportivo, se non la frutta e la verdura di stagione che sono sempre preferibili e ovviamente non influiscono sulla prestazione, quello che invece cambia molto è la sudorazione, che può variare da circa mezzo litro d’acqua fino a quasi 2 litri in particolari condizioni di temperature elevate, umidità e ventilazione ambientale.

> Leggi anche: 5 cose da non bere prima di un allenamento

In questi casi, per evitare problemi di disidratazione, è bene prestare attenzione alla frequenza con cui si beve (l’ideale sarebbe bere poco ma spesso nel corso della giornata, fino a 2 se non 3 litri di acqua) e poi valutare l’intensità dell’attività sportiva per decidere cosa bere durante e dopo l’allenamento.

Fino a un’ora e mezza di corsa o allenamento si può bere tranquillamente acqua naturale non gassata, mentre oltre le 2 ore di attività fisica con il caldo estivo può essere il caso di ricorrere a degli integratori idrosalini.

> Leggi anche: Integratori e sport drink: quali scegliere e quando usarli

Durante l’allenamento si può optare per degli integratori di tipo isotonico, che hanno un tempo di assimilazione intestinale medio e sono ideali nei casi di sudorazione abbondante ma non eccessiva.

Gli integratori di tipo ipotonico sono invece a rapida assimilazione intestinale e sono adatti a chi ricerca prestazioni sportive superiori, è impegnato in sforzi intensi o prolungati e hanno necessità immediata di ripristinare i liquidi e i sali minerali senza alterare il fisiologico meccanismo della sudorazione.

Ancora più importante è bere al termine dell’allenamento per ristabilire il corretto equilibrio idrosalinico: se lo sforzo è stato intenso e prolungato si può scegliere un integratore ipertonico ad alta concentrazione di sali e zuccheri disciolti: hanno tempi di assimilazione più lunghi ma richiamano anche più acqua nell’intestino.

> Leggi anche: Sport drink: la differenza tra isotonici, ipotonici e ipertonici

Credits: FlickrCC dominikgolenia

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *