Into the Wild in Italia: viaggio nelle aree più remote e selvagge

Parco Naturale Puez-Odle

Una piccola, preziosa gemma selvaggia all'interno di un territorio che della conservazione della natura ha comunque fatto la propria vocazione: il parco naturale Puez-Odle è l'area naturale del gruppo del Puez e del gruppo delle Odle, a un'altitudine media di 2500 metri e in parte sui di Badia, Corvara, Funes, San Martino in Badia, Santa Cristina, Ortisei e Selva in Val Gardena, in Alto Adige. Qui, in Val di Funes, è nato Reinhold Messner, intorno ci sono alcune delle più note località sciistiche dell'Alto Adige, ma soprattutto è la quintessenza della fauna e della flora delle Dolomiti.

Credits: FlickrCC Shane Lin

Il mito del viaggio zaino in spalla nelle zone naturali più remote, selvagge e disperse non è solo appannaggio di Into the Wild e di quanti negli Stati Uniti decidono di mollare tutto e partire alla ricerca di un modo di vita più autentico e a contatto con la natura come gli Off-Gridders: le mete selvagge esistono anche in Italia, e anzi non c’è nemmeno bisogno di andare troppo lontano per trovare aree in cui rientrare in contatto con il nostro rapporto più primordiale e incontaminato con la natura selvaggia.

> Per approfondire: 8 consigli per dormire bene all’aperto

Eccoli allora, dalla Val Grande all’Aspromonte, dal Supramonte in Sardegna alle Foreste Casentinesi con la loro riserva di Sasso Fratino, e poi ancora i Monti della Meta con le Mainarde molinase, i Sibillini e il parco naturale Puez-Odle: 7 posti davvero wild da scoprire in Italia, di quelli in cui talvolta non prende nemmeno il cellulare né il Gps e per visitare i quali è ancora valida la cara, vecchia cartina topografica abbinata a intuito, curiosità e senso dell’orientamento. Pronti a preparare lo zaino?

> Per approfondire: Come si prepara lo zaino?

E se vi interessa davvero il tema della wilderness ci sono un paio di bellissimi libri da leggere: quello di Franco Brevini: L’invenzione della natura selvaggia. Storia di un’idea dal XVIII secolo a oggi e “Wilderness in Italia. A piedi nei luoghi del silenzio” di Valentina Scaglia

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *