In bici in Val Pusteria lungo la San Candido-Lienz

L'arrivo a Lienz

Ma c’è ancora da raggiungere il centro cittadino e soprattutto la stazione ferroviaria: continuando dritti e seguendo le numerosissime indicazioni si giunge a una rotonda, al km 43,4, in cui è ben visibile un grande cartello con i diversi percorsi ciclabili, della Drava e della Pusteria, con le indicazioni chilometriche intermedie dei principali centri abitati, molto utili.
Alla rotonda ci si tiene sulla sinistra verso il centro e la stazione immettendosi sulla pista ciclabile cittadina, si oltrepassa un ponte, poi si tiene la destra (le indicazioni sono bilingui, anche in italiano) e quindi costeggiando i binari si giunge al km 44,0 di fronte alla stazione ferroviaria, che offre rifugio ai ciclisti che vogliono tornare indietro evitando il ritorno in bicicletta. È da sapere che soprattutto in luglio e in agosto si possono fare delle lunghe file per assicurarsi un posto in treno: per ogni convoglio è predisposto almeno un vagone adibito al trasporto delle bici, ma a volte è maggiore la domanda dell’offerta. Arrivate con un certo anticipo! D’altronde questo tragitto gode di una incredibile notorietà proprio per il fatto che l’andata è in discesa (dai 1175 m di San Candido fino ai 673 m di Lienz, sono 502 m di dislivello), mentre il rientro si può effettuare tranquillamente in treno.
Volete un consiglio? Non per andare controcorrente, ma il ritorno in bicicletta può essere, per chi se la sente, una scelta azzeccata: tenendo il fiume sulla destra lo scenario è effettivamente più spettacolare, lo si gode di più, si sente venire il fiume quasi direttamente verso di sé. Certo c’è un bel po’ di dislivello da superare, ma pedalando a un ritmo blando non è affatto impossibile, soprattutto se si è discretamente allenati.

Credits: kebnekaise

[slideshow post_id=”17456″]

Uno degli itinerari ciclabili più noti e più belli a cavallo fra Alto Adige e Tirolo Orientale, percorre la Val Pusteria da San Candido a Lienz fiancheggiando la sponda del fiume Drava. Immerso in un fantastico paesaggio di montagna, e segnalato alla perfezione, il tracciato scorre per 40 km in dolce discesa , adatto quindi anche alle famiglie con bambini. E arrivati in fondo, basta salire sul treno per tornare al punto di partenza: comodissimo.

Pubblichiamo questo itinerario grazie alla collaborazione con Ediciclo editore.
Il percorso è tratto dal libro Le piste ciclabili della Val Pusteria di Alberto Fiorin. Per scoprire tutto il catalogo visita il sito www.ediciclo.it

Abbiamo anche altri itinerari di cicloturismo, in Italia e all’estero, che potrebbero interessarti:

©RIPRODUZIONE RISERVATA