Dove costa meno sciare in Valle D’Aosta

dove-costa-meno-sciare-in-val-daosta-willem-de-meyer-544179-unsplash

Ha senso la domanda dove costa meno sciare in Val d’Aosta? Ebbene sì, anche in una delle regioni dove sciare ne fare snowboard on è certo un divertimento a buon mercato, esistono località in cui si può quasi parlare di prezzi low cost quanto a skipass e costi di una giornata sulle piste. Lo rivela la nostra indagine sui comprensori della regione,  che ci ha portato a stilare la classifica dei primi 5.

 

Sciare spendendo poco in Val d’Aosta

Quando si pensa alla Valle D’Aosta non si può che non associarla alla montagna fra escursioni, passeggiate e sci.

Questa perla italiana si trova incastonata nelle Alpi Occidentali fra cime come il Cervino, il Gran Paradiso, il Monte Bianco e il Monte Rosa. Durante l’inverno milioni di visitatori vengono a trascorrere dei giorni in totale relax, per immergersi nel bianco candore delle sue montagne e numerose sono le attività invernali da praticare rivolte sia agli adulti sia ai bambini.

Si va dallo sci di discesa allo sci alpinisimo, dal fondo alle ciaspolate nei boschi che sembrano incantanti. C’è spazio anche per i più piccoli e per i principianti. E la maggior arte delle città, grandi o piccole, hanno una pista di pattinaggio su ghiaccio (se sei un principiante e vuoi provare, ecco i nostri consigli).

Se lo sci da un alto è un piacere, dall’altro lato – il più delle volte – si rivela molto costoso, considerando il tragitto per arrivare alle piste (a meno di abitarvi vicino), il noleggio dell’attrezzatura per chi ne è sprovvisto e il giornaliero per lo skipass.

 

Se cerchi altri posti in Italia dove costa poco sciare, puoi leggere questi altri nostri articoli e indagini

 

Dove costa meno sciare in Valle D’Aosta

In Valle D’Aosta ci sono moltissime piste da sci con tante possibilità di scelta per single, amici, coppie e famiglie. È possibile trascorrere delle vacanze sulla neve tenendo a bada le spese, senza andare così fuori budget.

Mettere gli sci ai piedi, tutelando il portafogli, è fattibile ed ecco 5 proposte per sciare low cost in Valle D’Aosta.

  1. Chamois
  2. Valgrisenche
  3. Rhêmes-Notre-Dame
  4. Ollomont
  5. Brusson

Chamois (AO)

Distanza da Aosta: 45 min. – 35 km tramite SS26 della Valle d’Aosta e SR46 della Valtournenche

Accesso: una volta arrivati a Buisson, frazione di Antey-St-André, parcheggiare l’auto e prendere la funivia per arrivare a Chamois per un tragitto della durata di 5 min.

Chamois (1.815 m) è un piccolo borgo ubicato nella valle del Cervino, non raggiungibile tramite automobile, quindi è car free, ma solo tramite funivia.
Qui si trovano 16 chilometri di piste particolarmente adatte ai piccoli sciatori e ai principianti. Le piste si sviluppano a partire dai 1.800 andando fino ai 2.500 m con 3 seggiovie che portano gli sciatori sino ai 2.475 m del Colle Fontana Freida.

Da segnalare l’escursione sci alpinistica che dal Colle di Falinère permette di raggiungere Valtournenche; interessante la discesa fuoripista verso la conca di Cheneil. Per lo sci da fondo è presente il sentiero panoramico e pianeggiante di 5,5 km che conduce a La Magdeleine.

Per i bambini c’è uno snow park sviluppato su 2 campetti con 2 tapis roulant (su uno sono installati anche dei gonfiabili). Se vuoi scoprire quali sono e dove sono i migliori baby snow park puoi leggere invece questo articolo.

 

Pro: è l’unico villaggio italiano non raggiungibile in automobile, ma solo tramite funivia… una vera peculiarità. Il tragitto è breve e spettacolare. La località sciistica è particolarmente adatta alle famiglie.

Contro: la pecca, anche se rende il villaggio veramente unico, è il non potervi accedere in automobile, considerando quindi anche i costi per la funivia e maggiore scomodità.

 

I costi: il giornaliero nei festivi costa 26 , mentre nei feriali 18 . Il viaggio A/R dal capoluogo valdostano costa circa 20 (pedaggio e carburante), a cui aggiungere il prezzo della funivia.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 20-25 € al giorno per persona.

 

 

Valgrisenche (AO)

Distanza da Aosta: 29 min. – 39 km tramite SS26 della Valle D’Aosta e SR25

Accesso: raggiunto l’abitato di Arvier, imboccare la strada regionale per la Valgrisenche e proseguire lungo i tornanti sino alla località Capoluogo.

Valgrisenche (1.664 m) è un comune italiano posto nella parte sommitale dell’omonima valle, all’interno della Comunità Montana del Gran Paradis.
Offre quattro impianti di risalita e 7 km di piste (1 blu e due nere) e la seggiovia raggiunge i 2.000 m di quota. Una zona ottima anche per imparare ad andare in snowboard (se non sai che tipo di tavola scegliere per iniziare, lo spieghiamo qui)

Per gli esperti di scialpinismo ci sono due escursioni da provare: la salita alla punta Arpe Vielle e quella nel vallone di Plontaz.
Le piste di fondo si sviluppano tra la frazione di Darbelley e la diga di Beauregard, costeggiando la Dora e passando a est del comune. Caratteristico e unico è il passaggio della pista che sale da Mondanges in direzione del fondo valle e lambisce la base dell’imponente diga di Beauregard.

Per i più piccoli è presente il baby snow park.
A proposito, in un nostro articolo puoi scoprire a che età insegnare ai bambini a sciare. 

 

Pro: il comprensorio è particolarmente adatto ai principianti e alle famiglie. Grazie, inoltre, a un particolare microclima la neve cade sempre abbondante e polverosa.

Contro: in questa località sciistica non sono molti i chilometri di piste percorribili, specialmente per i principianti (una sola pista blu).

 

I costi: il giornaliero per gli adulti costa 15 €. Il viaggio A/R dal capoluogo valdostano costa circa 9 .
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 12-15 € al giorno per persona.

 

 

Rhêmes-Notre-Dame (AO)

Distanza: 45 min. – 32 km tramite SS26 della Valle D’Aosta e SR24

Accesso: dopo il comune di Villeneuve (tenendosi sempre sulla statale), svoltare a destra e seguire la strada per Introd. Superato l’abitato la strada si divide in due diramazioni e qui bisogna mantenersi a destra, seguendo per la Val di Rhêmes fino a Rhemes Notre Dame. Proseguire, quindi, verso il fondo valle fino alla frazione di Chanavey, situata a poche centinaia di metri da Rhemes Notre Dame.

Rhêmes-Notre-Dame (1.725 m), all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso, è il paese più importante e alla quota più elevata della Valle di Rhêmes, stretta fra la Valsavarenche e la Valgrisenche, ai piedi del massiccio della Granta Parey (3.387 m).

Rhêmes-Notre-Dame dispone di due comprensori sciistici per un totale di 5 km di piste e 5 impianti.

La prima in località Chavaney è riservata agli sciatori con buona padronanza degli sci ed è servita da una seggiovia a 4 posti e 1 un tapis roulant per il campo scuola e i principianti. Le piste sono immerse nei boschi e molto tecniche.

La seconda skiarea, Capoluogo, è destinata allo sci di discesa e snow park. Dispone di 3 tapis roulants per principianti ed 1 parco divertimento per bambini.

Per lo sci alpinismo si parte dal rifugio Benevolo, posto ai piedi della Granta Parey (2.285 m); di particolare interesse è la gita sci alpinistica al vallone dell’Entrelor.

Lo sci da fondo ha ampio spazio con lunghe piste che vanno dalla località Chanavey sino al suggestivo lago del Pellaud (circa 20 km). Ne avevamo già parlato in questo articolo.

In questa località è, inoltre, possibile praticare il Piolet-Traction, attività sportiva che prevede scalate con ramponi e piccozza sulle spettacolari cascate di ghiaccio (qui devi saper come vestirti, lo spieghiamo in questo articolo).

 

Pro: il comprensorio offre la possibilità di praticare numerose attività invernali ed è adatto anche alle famiglie e ai principianti. Il paesaggio è suggestivo.

Contro: le due aree dedicate allo sci da discesa non sono molti grandi. Il comprensorio sciistico di Rhemes-Notre-Dame non ha alcun collegamento “sci ai piedi” con gli altri comprensori valdostani.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti costa 19 €. Il viaggio A/R dal capoluogo valdostano costa circa 9 €.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 20-22 € al giorno per persona.

 

 

Ollomont (AO)

Distanza: 28 min. – 18 km tramite Viale del Gran San Bernando

Accesso: raggiunto l’abitato di Variney, svoltare a destra per Valpelline/Bionaz. 2 Km dopo l’abitato di Valpelline girare a sinistra per Ollomont.

Ollomont è un piccolo paese situato dove la Valpelline si allarga in un‘ampia conca soleggiata. Il comprensorio è gestito direttamente dal comune con un totale di 2 impianti di risalita per una lunghezza di 519 m con partenza da quota 1.381 e arrivo a 1.474 m. Sono presenti 1 skilift e 1 tapis roulant che serve un parco giochi.

È anche possibile cimentarsi nei percorsi con le ciaspole (qui parliamo di come vestirsi per andare con le ciaspole) nel Winter Nordic Walking con le guide della scuola italiana.
Inoltre Ollomont è famosa per le grandi escursioni di sci alpinismo: By o Col Fenêtre Durand (collegamento con l’alta via fra Chamonix e Zermatt).
Per i meno esperti ideale è Doues (1176m).
Per lo sci di fondo le piste si sviluppano tra Ollomont capoluogo e le frazioni Rey e Vouéce, con tre anelli di media difficoltà di 3-5-7,5 km. Una alternativa sicuramente più economica rispetto alle piste della Val Ferret, anche se qui si scia sotto il Dente del Gigante…

 

Pro: meta ideale per i battesimi della neve, per gli amanti dello sci alpinismo e per chi non gradisce località eccessivamente turistiche. L’anello da fondo di 3 km è illuminato il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle ore 17:30 alle 23:30 e tutti i giorni durante le vacanze natalizie.

Contro: il comprensorio è piccolissimo.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti costa 16 €. Il viaggio A/R dal capoluogo valdostano costa circa 6 €.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 15-20 € al giorno per persona.

 

 

Brusson (AO)

Distanza: 1 h – 54 km tramite A5/E25 e SR45

Accesso: uscita Verres – SR45 fino a Brusson.

Brusson (1.338 m) è un comune nella media Valle D’Ayas. L’etimologia del nome sembra derivare da “Bruxeum”, dal latino miniere d’oro, presenti in questo comune nei dintorni dei Laghi Frudière e già sfruttate dai salassi.

Le piste da discesa si trovano tra i 1.750 e i 2.250 m nel comprensorio Estoul-Palasinaz. Estoul è un ampio balcone naturale con buona esposizione solare, quota elevata e neve naturale. Da Estoul, ai piedi del Monte Bieteron, le piste di discesa si spingono verso la Punta Palasina tra dolci declivi.

Per lo sci alpinismo gli itinerari partono tutti da Estoul. Fra le mete più impegnative ci sono il Monte Nery (3.075 m) o il Corno Vitello (3.057 m), mentre per i meno esperti consigliati sono il Monte Bieteron (2.764 m) o la Punta Palasinaz (2.782 m).
Nel pianoro di Vollon due anelli di pista da 5 e 7,5 km sono omologati per le gare di Coppa del Mondo.
Le piste per lo sci di fondo si snodano lungo il corso del torrente Evançon, da Arcesaz sino a Extrepieraz (tra Brusson e Estoul  ci sono 30 km). Chi non scia può invece dedicarsi ad altre attività, come spieghiamo qui.

 

Pro: la località è caratterizzata da un clima particolarmente dolce, il che la rende perfetta per le famiglie. Rinomata per lo sci nordico è sede di competizioni internazionali di primo livello.

Contro: l’80% dei 17 km di piste per lo sci alpino hanno l’innevamento programmato.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti nei feriali costa 23,00 €, mentre nei festivi sale a 28 €. Il viaggio A/R dal capoluogo valdostano costa circa 25 € (pedaggio e carburante).
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 18-20 € al giorno per persona.

 

 

Se vai a sciare con la famiglia e i bambini, ecco alcuni approfondimenti che potrebbero esserti utili:

 

 

 

Se invece ti servono informazioni e consigli su abbigliamento e attrezzatura da sci, puoi leggere qui:

 

(credits foto willem-de-meyer-544179-unsplash)

 

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA