Mascherina obbligatoria per l’attività motoria all’aperto: che cosa significa

mascherina obbligatoria per l'attività motoria all'aperto

Mascherina obbligatoria per l’attività motoria all’aperto: non è facile districarsi tra le varie norme, ma quella che disciplina corsa e passeggiata è chiara: sì per le passeggiate, no per il running.
Con questa norma in Italia si cerca di contenere il contagio molto veloce provocato dalla variante Omicron. Anche chi vive in zona bianca o gialla, a fronte di decreti nazionali o locali, deve tenere presente questa regola generale per sapere cosa fare quando si esce a camminare o a correre.
Insomma, nelle attività come la corsa in tutte le sue forme non c’è alcun obbligo di mascherina. Anche se si vive in una zona in cui vige l’obbligo di mascherina all’aperto. Questo perché corsa e bici sono considerate attività sportive e quindi esonerate, anche a livello amatoriale.
Se invece fai una passeggiata, che è considerata attività motoria e non sportiva, devi tenere la mascherina indosso.

Pubblicità

La mascherina è obbligatoria per l’attività motoria all’aperto?

Chi fa attività motoria all’aperto nelle zone più a rischio (arancione, rossa), dunque, deve indossare per forza la mascherina. Ma anche chi vive in zona gialla se l’amministrazione locale lo prevede, o in caso di decreto nazionale.
Ma qual è la reale differenza tra attività motoria (mascherina obbligatoria) e attività sportiva (mascherina non obbligatoria)? Fondamentalmente una: per attività motoria si intende solo una passeggiata all’aperto.

C’è l’obbligo della mascherina se vado a correre?

No. L’attività sportiva è diversa da quella motoria: è una corsa, una marcia o un giro in bicicletta.
Una distinzione che significa che la mascherina non va indossata quando si va a correre, ma solo quando si fa una passeggiata all’aperto (a meno che non si stia in un luogo isolato). Quest’ultima, infatti, rientra nella definizione di attività motoria, ossia una delle situazioni in cui è obbligatorio l’uso di un dispositivo che copra naso e bocca. Ma chi ad esempio cammina in mezzo ai boschi o in campagna da solo in una situazione di isolamento, può non indossare la mascherina (che dovrà però avere con sé nel caso in cui dovesse incontrare qualcuno).
Va considerato che nella corsa si deve tenere  un distanziamento di 2 metri tra le persone. E che quando finisci di correre, devi indossare la mascherina.

Ecco, per completezza, cosa riporta il documento delle linee guida del governo.

Non è necessario utilizzare la mascherina durante lo svolgimento di attività sportiva, anche a livello amatoriale, all’aperto.Qualora si tratti di un’attività sportiva individuale (corsa,maratona, ginnastica, ecc.) è raccomandato il rispetto del distanziamento di almeno due metri. Al termine dell’attività sportiva, individuale, di squadra, di contatto, è necessario, ove richiesto dalla normativa, indossare la mascherina e assicurare il distanziamento interpersonale previsto dalla normativa.

LEGGI ANCHE

Correre con la mascherina fa schifo 

Corsa e COVID: 8 comportamenti del runner responsabile

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...