#iorestoacasa: usiamo lo yoga come anti stress

#iorestoacasa è lo slogan che serve a diffondere la consapevolezza che dobbiamo stare in casa per affrontare al meglio l’epidemia di Coronavirus e limitare il contagio. Ma stare in casa è un rischio per la nostra salute mentale: cala la riserva di vitamina D fornita dalla luce solare, aumentano i fattori di stress e ansia e il rischio di depressione. Come rimediare? Con lo yoga.
Dei benefici dello yoga dal punto di vista della salute fisica abbiamo già parlato: ora, invece, è tempo di approfondire il discorso dei benefici dello yoga sulla salute mentale, nello specifico dello yoga come anti  stress. Questo argomento è stato trattato da un nuovo studio, condotto dalla Boston University School of Medicine, i cui risultati hanno evidenziato che questa pratica orientale può migliorare i sintomi della depressione e dell’ansia sia a breve sia a lungo termine. Lo yoga, quindi, si è confermato un ottimo trattamento (da associare, ovviamente, ai farmaci) da consigliare ai pazienti in cura per problemi di salute mentale.

Pubblicità

 

I benefici dello yoga sulla mente quando sei costretto a casa

I ricercatori hanno preso in considerazione 30 pazienti in cura per depressione e ansia, dividendoli casualmente in due gruppi. Tutti i partecipanti, con la supervisione degli esperti, hanno completato delle sessioni di yoga iyengar (uno stile di yoga molto popolare, conosciuto per la sua precisione per gli allineamenti e per l’uso di sostegni) e hanno messo in pratica una serie di tecniche di respirazione.
L’unica differenza tra i due gruppi è consistita nelle ore trascorse a fare yoga durante i tre mesi di osservazione: 123 ore totali per il cosiddetto gruppo ad alto dosaggio, 87 per il gruppo a basso dosaggio.
>> LEGGI ANCHE: Yoga con i lemuri per abbassare la pressione: dove farlo e a cosa serve 

Sintomi di ansia e depressione più lievi

Gli esperti, monitorando i partecipanti settimana dopo settimana, hanno scoperto che già un mese dopo l’inizio dello studio la qualità del sonno di entrambi i gruppi era notevolmente migliorata. Al termine del periodo di osservazione, inoltre, in quasi tutti i pazienti i sintomi dell’ansia e della depressione erano più lievi.
E non solo: i soggetti si sono mostrati più sereni e ottimisti: “Gli studi passati non si sono mai soffermati sul legame tra yoga e depressione. Il nostro è stato una sorta di studio psicologico per far capire alle persone che questa pratica può essere usata anche per migliorare il benessere mentale. I nostri risultati daranno un input importante alla neurobiologia, che si occuperà di approfondire ulteriormente la questione dal punto di vista clinico”, ha detto Marisa M. Silveri, professoressa di psichiatria e co-autrice della ricerca.
>> LEGGI ANCHE: Tappetino per yoga e pilates: come scegliere il migliore 

Lo yoga da inserire nelle terapie assieme ai farmaci

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale del 10 ottobre, gli esperti hanno annunciato che in Italia, al momento, ci sono circa 3 milioni di persone che soffrono di depressione (2milioni sono donne). Questa patologia mentale, dati alla mano, è attualmente la prima causa di disabilità nel mondo. Inoltre, tra il 2005 e il 2015, i casi sono aumentati del 20%. Capire come combattere e limitare la depressione è una delle principali sfide per la salute a livello globale. E lo yoga può senza dubbio essere d’aiuto.
I risultati di questo studio, infatti, testimoniano che queste tecniche, se praticate con regolarità da pazienti con ansia e depressione, possono essere un’efficace terapia da affiancare ai farmaci e ai colloqui con esperti di salute mentale.
(Foto di copertina: StockSnap / Pixabay)

Per saperne di più sullo yoga:

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...