Quando è una contrattura muscolare?

Contratture muscolari sintomi rimedi

Una sensazione di dolore localizzato, che arriva all’improvviso o aumenta man mano, la difficoltà a far muovere i muscoli, e una specie di nodo che si sente toccando la zona interessata: è una contrattura? Uno stiramento? Uno strappo? Non sempre è facile riconoscere il tipo di infortunio muscolare, soprattutto quando si tratta appunta di una contrattura muscolare, un genere di infortunio non grave, molto diffuso, poco conosciuto e che necessariamente impone lo stop all’attività sportiva e qualche terapia per agevolare la guarigione.

Se n’è parlato nel corso di un evento organizzato da Dompé per la presentazione di un nuovo portale informativo specifico: ecco cosa sono le contratture muscolari, i sintomi per riconoscerle e le terapie più adatte per guarirle.

> Leggi anche: Quando riprendi a fare sport: come evitare gli infortuni

Cos’è una contrattura muscolare

Una contrattura muscolare è una contrazione involontaria di uno o più muscoli che diventano rigidi per una durata che può variare da qualche minuto a qualche giorno: già il fatto che si tratti di una contrazione del muscolo dovrebbe aiutare a distinguere rispetto a uno stiramento muscolare, che è quando il muscolo subisce una elongazione, o allungamento eccessivi, e anche rispetto a uno strappo muscolare, che è quando il muscolo invece si lacera proprio.

> Leggi anche: Ecco la dieta anti-infortuni

I sintomi per riconoscere una contrattura muscolare

Benché molto frequenti, le contratture muscolari sono spesso difficili da riconoscere e capita di confonderle con il loro opposto (appunto stiramenti o strappi) se non addirittura con delle generiche “infiammazioni”. Quali sono quindi i sintomi di una contrattura muscolare?

– Aumento del tono di uno o più fasci muscolari
– Sensazione di dolore sia a riposo che a seguito di palpazione
– La parte interessata dà la sensazione di un nodo o di un grumo muscolare
– Il muscolo perde elasticità propagando rigidità anche ai muscoli circostanti
– Si ha difficoltà e limitazione nei normali movimenti muscolari

> Leggi anche: Come, quanto e quando fare stretching in modo corretto

Le cause delle contratture muscolari

Le contratture muscolari sono un tipico disordine muscolare le cui cause possono essere le più diverse: dalla fatica ai traumi più o meno gravi, violenti o ripetuti, le contratture muscolari sono la risposta dei nostri muscoli quando li sforziamo troppo violentemente, o in maniera prolungata in stato di affaticamento, o non li abbiamo preparati adeguatamente con l’allenamento e/o con il riscaldamento o ancora abbiamo problemi di tipo articolare e di mobilità.

> Leggi anche: Meglio fare prima esercizi di forza oppure cardio?

Cosa fare nel caso di una contrattura muscolare

Il problema principale delle contratture muscolari è che insorgono spesso nel corso dell’attività fisica e con i muscoli caldi per cui si tende a sottovalutarne i sintomi. Saper riconoscere i sintomi di una contrattura è essenziale per fare la prima cosa giusta: fermarsi per tempo e rivolgersi a uno specialista (medico dello sport o fisioterapista) che sappia riconoscere l’entità del problema e prescrivere la cura più adatta che può andare dal riposo alla manipolazione e fino all’uso di miorilassanti topici.

> Leggi anche: Crioterapia: perché fare il bagno nel ghiaccio dopo un allenamento

Credits photo: FlickrCC Andrew Malone

©RIPRODUZIONE RISERVATA