Come si misura la pressione quando faccio sport: c’è un nuovo strumento che cambia le cose

come-si-misura-la-pressione-quando-faccio-sport

Se ti chiedi come si misura la pressione quando faccio sport, la risposta è che esistono diversi strumenti per farlo, ma se vogliamo monitorare la pressione arteriosa alta o bassa mentre siamo in movimento, nessun dispositivo è davvero preciso; ma ora si può, c’è un nuovo strumento. Dallo sfigmomanometro alle fasce cardio ai fitness tracker agli sportwatch, ci sono molti modi per tenere sotto controllo la pressione, ma per avere dei dati affidabili ci tocca farlo solitamente da seduti. Il che però non aiuta a capire davvero quali sono i nostri valori pressori sanguigni quando siamo in movimento, così chi soffre di ipertensione o ipotensione non ha dati utili per valutare il proprio stato di salute.
I ricercatori della Monash University hanno sviluppato un dispositivo portatile per il monitoraggio della pressione arteriosa in modo continuo anche quando ci muoviamo; un sistema che, per quanto comodo e preciso, potrebbe davvero cambiare le cose. Si tratta di una tecnologia che impiega sensori radar a onda continua, a bassa potenza, che sono in grado di rilevare la pressione sanguigna sia che stiamo seduti, che sdraiati, che, soprattutto in movimento, anche quando camminiamo, corriamo andiamo in bici o facciamo sport in generale. Sembra che nei test effettuati abbia un’accuratezza del 93%.
>> LEGGI ANCHE: Ipe

Pubblicità

 

 

Come si misura la pressione in modo corretto quando faccio sport?

Le anomalie della pressione arteriosa, come ipertensione e ipotensione, sono importanti fattori di rischio per molte malattie cardiovascolari critiche a breve e lungo termine, e colpiscono oltre il 20% della popolazione mondiale.
Fra i dispositivi per misurare la pressione arteriosa lo sfigmomanometro è l’attuale standard più accreditato. Ma ha un difetto: non è in grado di fornire risultati sulla pressione sanguigna in modo continuo e non può essere utilizzato quando i pazienti dormono o quando sono attivi: sappiamo bene che per avere una misurazione credibile dobbiamo stare seduti e rilassati, ma è anche vero che si tratta di valori che non rispecchiano quelli della ‘vita reale’.
Quindi attualmente i medici non possono di fatto misurare continuamente la pressione sanguigna durante il sonno, né durante periodi di attività come quando camminiamo o corriamo. La conseguenza? Chi ha la pressione sanguigna alta, bassa o irregolare non può avere le informazioni critiche davvero utili per capire lo stato di salute.
I ricercatori australiani invece sono riusciti a inventare un dispositivo che soddisfa queste esigenze e fornisce dati in tempo reale e continuamente ai pazienti.
>> LEGGI ANCHE: La dieta contro l’ipertensione

 

Si può misurare la pressione in modo continuo?

Lo studio della Monash University è il primo al mondo a dimostrare che un monitoraggio continuo della pressione è possibile, per ora testato con misurazioni sulle 24 ore su 43 pazienti di età compresa tra 40 e 65 anni, senza precedenti problemi cardiovascolari. I partecipanti indossavano sia il dispositivo da polso che il prototipo basato sul torace per monitorare la differenza tra le letture della pressione sanguigna.
Il team accademico ha avuto successo nella registrazione dei valori pressori durante una serie di attività sia sedentarie che dinamiche nell’arco della normale giornata dei partecipanti.
Come sono riusciti? Utilizzando sensori radar a onda continua (CWR) e fotoplethysmogram (PPG, pletismogramma ottico) per. I sensori CWR e PPG sono stati posizionati rispettivamente sullo sterno e sul lobo dell’orecchio sinistro.
In questo modo sono stati in grado di calcolare il periodo di pre-espulsione (PEP) – il ritardo meccanico associato ai movimenti cardiaci che espellono il sangue – e il tempo di transito delle pulsazioni per stimare la pressione sanguigna nei pazienti in posizione seduta ma anche sdraiati e mentre facevano esercizio.
I risultati sono stati piuttosto sorprendenti: sui soggetti seduti o sdraiati i dati sono stati precisi al 93%, mentre su quelli che stavano eseguendo esercizi hanno raggiunto l’83%.
>> LEGGI ANCHE: Forse c’è un modo per abbassare la pressione alta

 

Un nuovo strumento per la pressione quando facciamo sport

L’importanza dello studio della Monash University pubblicato su Nature Scientific Reports è evidente e il gruppo di ricerca sta ora sviluppando diversi prototipi del dispositivo per la pressione sanguigna e condurranno ulteriori test per renderlo più accurato e adatto all’uso clinico.
La tecnologia impiegata è in grado di dare fornire accesso in tempo reale ai dati e offre ai medici una panoramica di come la pressione sanguigna dei loro pazienti cambia nel corso della giornata, piuttosto che al momento del test.
“Un dispositivo indossabile in grado di offrire comfort e portabilità mentre le persone svolgono le loro attività quotidiane rappresenterà uno sviluppo significativo per il settore sanitario a livello internazionale”, spiega il professor Mehmet Yuce che ha coordinato lo studio.
I sensori CWR funzionano a bassa potenza e sono indossabili con un contatto minimo del corpo per monitorare direttamente le attività della valvola aortica.
Ora attendiamo la definitiva messa a punto del sistema a sensori, nella speranza che possa essere presto utilizzato da tutti.

 

LEGGI ANCHE

Come misurare la pressione con un’app gratuita

5 modi per sapere se la tua frequenza cardiaca è sana

Lo yoga per abbassare la pressione

Come bruciare più grassi con la corsa

Come abbassare la pressione alta con la corsa e i pesi

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità