Esercizi al mattino: perché fanno bene

esercizi al mattino

Soprattutto in questo periodo di risalita dei casi di Coronavirus, fare esercizi al mattino può essere una buona idea per non incontrare troppe persone ed evitare le ore del tardo pomeriggio, quando runner e ciclisti invadono le piste ciclopedonali e i parchi dopo le ore passate in ufficio o in smart working.
Indipendentemente dal tipo di sport (quindi non ci riferiamo per forza alla corsa, al fitwalking o al ciclismo outdoor), fare movimento nel primo spicchio di giornata può portare maggiori benefici rispetto all’attività fisica praticata il pomeriggio o la sera. Si tratta di un fatto che sta ricevendo sempre più conferme dalla comunità scientifica, che negli ultimi anni sta facendo numerosi studi a riguardo.
Gli esercizi al mattino fanno dimagrire (perché riducono la fame), fanno funzionare meglio il metabolismo, riducono il rischio di contrarre determinate malattie e fanno iniziare la giornata con una marcia in più. Cerchiamo di approfondire la questione: continua a leggere qui sotto.

Perché gli esercizi al mattino fanno bene: gli ultimi studi a riguardo

L’ultima ricerca sugli esercizi al mattino è stata pubblicata pochi giorni fa sulla rivista International Journal of Cancer. Secondo gli esperti, il ritmo circadiano può essere collegato con l’insorgenza di alcuni tipici cancro. Ad esempio, una situazione in cui una persona alterna continuamente il lavoro diurno con il lavoro notturno, sballando il proprio orologio biologico, è considerata cancerogena.
Ma lo sport può rivelarsi un prezioso aiuto. Questo studio, che ha preso in considerazione 2795 soggetti, ha dimostrato che l’allenamento tra le 8.00 e le 10.00 del mattino può essere correlato a una riduzione del rischio di avere un cancro al seno (-25% di possibilità) e un cancro alla prostata (-27% di possibilità). Questi benefici non sono stati riscontrati allo stesso modo nelle persone che si allenavano nel tardo pomeriggio o la sera. I motivi sarebbero due:

  • La produzione di estrogeni: livelli superiori alla norma di questi ormoni sessuali possono aumentare il rischio di tumori al seno. Uno degli effetti positivi dell’esercizio fisico riguarda le sue capacità di regolare la presenza di estrogeni, che il nostro corpo produce in maggiori quantità attorno alle 7 del mattino. Intervenire (con lo sport) durante il momento di maggiore produzione di questi ormoni può essere una buona idea per limitare i rischi connessi alla loro eccessiva concentrazione nell’organismo.
  • La produzione di melatonina: fare sport al mattino, quando il sole è già alto, aumenta i livelli di melatonina durante il resto della giornata. L’esposizione ai raggi solari, infatti, è decisiva per regolare la concentrazione di melatonina nel nostro organismo. Se ci alleniamo al tramonto o di sera, dunque, la ghiandola pineale ritarda la produzione del suddetto ormone, in grado di proteggerci dall’insorgenza di vari tipi di cancro.

>> LEGGI ANCHE: 5 esercizi appena svegli per la postura, da fare davanti allo specchio 

Gli altri benefici dell’esercizio al mattino: metabolismo più efficiente e buon umore

Gli altri benefici dell’esercizio al mattino sono prevalentemente connessi al dimagrimento. L’allenamento del mattino, meglio se a digiuno, aiuta a perdere peso perché stimola il metabolismo. Quest’ultimo è meno efficiente durante la notte, e lo sport poco dopo la sveglia può aiutarlo a ripartire al meglio. A quel punto, dunque, il metabolismo rimane più attivo ed efficiente per l’intero arco della giornata, aiutandoci a bruciare maggiori quantità di grassi. L’incremento del metabolismo basale è causato anche dall’innalzamento del ritmo cardiaco durante lo sport.
A sostenere la tesi del fitness al mattino che fa dimagrire è stato uno studio della Brigham Young University di cui abbiamo parlato qui. Secondo questa ricerca, praticare dell’attività fisica al risveglio riduce l’appetito e la quantità di cibo ingerita nel resto della giornata. Gli esperti, infatti, hanno scoperto che lo sport al mattino ha fatto calare l’attenzione verso il cibo e incrementato l’attività metabolica.
Ultimo aspetto (ma non meno importante) dell’esercizio al mattino è il miglioramento dell’umore durante l’intera giornata. Lo sport stimola il rilascio di betaendorfine come l’adrenalina, la dopamina e la serotonina. Queste sostanze, dette anche “ormoni della felicità”, agiscono da neurotrasmettitori e infondono in noi una sensazione duratura di benessere mentale. Un bell’allenamento la mattina, dunque, molto probabilmente migliorerà il “mood” fino a tarda sera: provare per credere!
[Photo by: cottonbro / Pexels]

©RIPRODUZIONE RISERVATA