I consigli per andare a correre con il tuo gatto

Non solo cani, anche i gatti possono diventare compagni di running nelle tue uscite quotidiane. Certo, all’apparenza non lo diresti mai: indolente e sfuggente, il felino di casa sembra più interessato al divano che a una corsa fuori da casa, ma non è così. Rispetto al cane, è naturale che ci siano differenze e serva un approccio diverso: mettiti in testa che correre con il tuo gatto è un’altra cosa rispetto al classico running a media gittata (anche 5-6 km) che puoi fare con alcuni cani. La corsa con un micio è piuttosto una reinterpretazione di questa attività, che tende a somigliare a un gioco o a una danza e, come questi, ha delle regole ben precise.

Prima della corsa

Innanzitutto è fondamentale fare i conti con una delle caratteristiche tipiche dei felini: la diffidenza. Se dovessi calpestare il tuo gatto durante la corsa difficilmente sarai perdonato e, inoltre, il tuo micio comincerà a girare al largo.
Altra imprescindibile condizione è che il gatto si senta al sicuro e a suo agio e, di conseguenza, si fidi ciecamente di te. Ai suoi occhi dovrai essere un padrone perfetto: inoffensivo, affidabile e complice! Ascolta le sue esigenze, se si ferma fai lo stesso, fagli capire che state facendo una cosa insieme e che lo lasci guidare la corsa, non sei tu a decidere i ritmi.

>Leggi anche: 6 consigli per correre con il cane

gatto_01r

Come non farlo scappare

Ancora prima di mettere il naso fuori casa scegli con accuratezza lo spazio dove allenarti: portare un gatto al di fuori del suo territorio è infatti molto rischioso e può comprometterne del tutto la tranquillità. Correte nelle sue zone di caccia e di esplorazione.
Potrai abituare il tuo micio all’attività fisica gradualmente, allungando mano a mano il tempo di allenamento, ma sempre ricordandoti di non allontanarti troppo dalle aree conosciute.

>Leggi anche: le avventure in montagna di Puppi il cane e Burma il gatto

Come stimolarlo alla corsa

Quando il tuo gatto si sentirà a suo agio e avrà messo da parte la sua tipica ritrosia felina per questa nuova e stramba attività, potrai coinvolgerlo nella corsa alimentando costantemente il contatto con lui.
Puoi, ad esempio, allungare una mano nella sua direzione quando resta seduto, sfiorare la sua coda in corsa o saltarlo come un ostacolo quando si sdraia in mezzo al percorso! Lui riuscirà a percepire la dimensione ludica e reagirà di conseguenza.

>Leggi anche: 10 buoni motivi per adottare un animale di compagnia

i-consigli-per-andare-a-correre-con-il-tuo-gatto_02

Come corre il tuo gatto

Inutile dire che la corsa con un felino è qualcosa di unico e straordinario. E osservare il corpo affusolato e snello del tuo gatto che si lancia in divertite esibizioni ricche di fusa è una vera e propria meraviglia.
Non pretendere prestazioni elevate, ma vivi anche tu l’uscita come un gioco. Quando ti taglierà la strada furbescamente per infilarsi in un cespuglio o guizzare su un albero, o quando correrà davanti a te, anche solo per brevi tratti, con la coda all’insù e il musetto festoso, fare running insieme ti apparirà come qualcosa di impagabile!

>Leggi anche:  vacanze: dove lasciare il cane? Chiedi a PetMe

©RIPRODUZIONE RISERVATA