Ivan Santaromita: vuoi cominciare a pedalare? Segui i miei consigli

Per il 40enne fuori forma è meglio cominciare lavorando sul fondo con tanta pianura o è meglio programmare subito qualche salita?
"Forse è meglio partire con percorsi abbastanza pianeggianti e inserire qualche salita ogni tanto. Quando poi cominci a sentire la gamba che migliora e sei più abituato a sentirti bene sulla bici, allora puoi cominciare a fare percorsi mossi che sono i più allenanti. Sono i cosiddetti "mangia e bevi", su e giù continuamente per le colline. Le salite di 4 o 5 km non fanno mai male".

Quando si comincia che tipo di rapporti è meglio usare?
"Per le prime uscite userei il 39x17 o comunque un rapporto che privilegi l'agilità. All'inizio non è utile usare rapporti lunghi, come invece fanno tanti. Piuttosto bisogna fare delle brevi ripetute in salita di due o tre minuti a bassa cadenza per la cosiddetta SFR (Salite - Forza - Resistenza) che serve a sviluppare la forza nelle gambe. Fate 4 o 5 ripetute così con due minuti di recupero tra una e l'altra per smaltire la stanchezza".

Credits: Graham Watson per Orica Greenedge

[slideshow post_id=”14220″]

Lo vedete tutti i giorni in TV durante le telecronache del Giro d’Italia. Il suo team – la Orica GreenEdge – ha vinto la cronometro a squadre e, nei primi giorni di corsa, ha messo in maglia rosa già due diversi atleti. Lui è facilmente riconoscibile perché indossa la maglia tricolore di Campione Nazionale: Ivan Santaromita, 30 anni da Varese, bici Scott e uomo Bollè, è l’atleta giusto per consigliarti come montare in sella e cominciare a pedalare. Anche se sei di mezza età, anche se sei sovrappeso, anche se non hai mai pedalato in vita tua.

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA