Dove praticare canoa, canottaggio e kayak in città

Dalla nuova Darsena sui Navigli di Milano a Torino, Roma e Firenze, sembra scoppiata tutto d’un colpo la voglia di praticare canoa, canottaggio e kayak nel cuore delle città, senza andare alla volta di laghi e grandi fiumi o dirigersi nelle classiche località di mare: e allora ecco i circoli delle grandi città a cui rivolgersi per praticare gli sport a remi, e trasformarsi in un vogatore provetto.

> Leggi anche: Come scegliere il kayak

Milano

Sono due i luoghi designati a praticare la disciplina del remo: il Naviglio e l’Idroscalo. Come detto il primo è rinato dopo per i lavori dell’Expo, il secondo è un vero e proprio gioiello ed è considerato un polo di eccellenza per il canottaggio italiano. Oltre ai corsi amatoriali, l’Idroscalo Club propone dal mese di ottobre fino ad aprile corsi mirati all’apprendimento delle tecniche di canottaggio, canoa e kayak per i ragazzi dall’età di 8 anni a 17 anni.

> Leggi anche: Dove correre a Milano: 6 percorsi nei parchi in città

Torino

All’ombra della Mole Antonelliana, dal 1979 c’è il Circolo Amici del Fiume, una delle migliori strutture presenti nel capoluogo piemontese. Il Circolo è un’associazione sportiva creata su iniziativa di atleti ed ex atleti di canoa e canottaggio, che consente agli abitanti della città di avvicinarsi al Po attraverso interessanti iniziative di socializzazione e molteplici attività culturali e sportive. L’obiettivo principale è la diffusione di discipline come canoa e canottaggio, intese soprattutto come momenti di aggregazione e condivisione: infatti, oltre alle attività agonistiche, il Centro propone corsi amatoriali e propedeutici per tutte le età.

> Leggi anche: I fiumi navigabili in Italia per una vacanza in houseboat

Roma

Sorto nel 2005, il Salaria Sport Village è un complesso di strutture all’avanguardia aperto sette giorni su sette, dove è possibile cimentarsi con il canottaggio lungo un tratto del Tevere. A pochi minuti dal centro di Roma, il Salaria Sport Village offre la possibilità di immergersi nella quiete del parco fluviale e vivere una giornata di sport all’aria aperta. E ovviamente è possibile iscriversi a lezioni bisettimanali nelle quali si impara l’arte della remata, cominciando con barche scuola (molto larghe e stabili) per poi passare alle barche più leggere e filanti.

> Leggi anche: In bici a Roma: il parco del Pineto

Napoli

Per scoprire lo splendore del mare dei Campi Flegrei puoi rivolgerti al Canoa Club Napoli, con sede nel comune di Bacoli, che ti permette di goderti questo bellissimo tratto di costa. Grazie ai numerosi istruttori, il Club è una struttura che può garantire escursioni anche serali tutti i giorni, con tanto di fornitura di canoa, pagaia e giubbetto di salvataggio.

> Leggi anche: Napoli sotterranea, una meraviglia da non perdere

Genova

Fondata nel 1876 dai fratelli Brown, la Canottieri Genovesi è una delle più importanti realtà remiere della Liguria. Gli istruttori sono pronti a spiegare le tecniche di base a chi si diletta per la prima volta in questo sport e cercare di far innamorare più persone possibili al meraviglioso mondo del canottaggio.

> Leggi anche: Il sentiero delle Batterie, da Camogli a San Fruttuoso

Firenze

La società Canottieri Comunali Firenze è una polisportiva che ha un vasto parco imbarcazioni per la canoa e il canottaggio e permette a chiunque di potersi cimentare con gli sport a remi. L’associazione garantisce le condizioni ottimali per pagaiare sull’Arno, ed è inoltre provvista di una vasca voga coperta per la canoa e di una per il canottaggio, più una palestra attrezzata per pesistica e corpo libero.

> Leggi anche: I migliori fiumi dove fare rafting in Italia

Credits: Facebok.com/NavigliLombardi

©RIPRODUZIONE RISERVATA