La nuova giacca Salewa Pedroc Polartec Alpha messa alla prova

Pedroc Alpha Jacket Prova Impressioni

La giacca Pedroc Polartec Alpha è la quintessenza della filosofia mountain training di Salewa, ovvero quella di prodotti, abbigliamento e calzature, polifunzionali, leggeri, tecnici e fondamentalmente ibridi. È un capo pensato per gli appassionati di mountain speed, questa nuova idea di vivere la montagna e il mondo verticale in modo veloce, come palestra a cielo aperto per tenersi in forma sia dal punto di vista fisico che da quello emotivo e spirituale, con tutti i benefici che comportano l’immersione nella natura più pura.

> Leggi anche: Tenersi in forma in montagna: il fenomeno mountain training

I tessuti della giacca Pedroc Alpha Polartec di Salewa

Partiamo dalle sensazioni quando la si indossa: la Pedroc Polartec Alpha Jacket è morbida, leggera e soprattutto ergonomica, nel senso che permette di praticare diverse attività anche intense, dello speed hiking alla corsa in montagna e fino a veri e propri allenamenti di functional training in ambiente naturale senza sentirsi in nessun modo legati, vincolati, costretti. Anzi, la costruzione ibrida, con tessuti diversi in punti diversi, è proprio la spiegazione per cui la giacca aderisce perfettamente al corpo e lo segue nei suoi movimenti: corpo e spalle sono protette dall’imbottitura Polartec Alpha 40g, che da un lato è traspirante nel momento in cui si suda e la temperatura corporea sale, e dall’altro è isolante così tiene al caldo quando ci si ferma per una pausa o le temperature sono comunque basse; schiena, fianchi, collo e braccia sono invece in Polartec Power Dry, che è leggermente stretch per favorire i movimenti nelle zone più delicate e sensibili e parimenti altamente traspirante per far uscire il sudore velocemente.

> Leggi anche: Tutti i vantaggi di un capo in Polartec

Le sensazioni indossando la giacca Pedroc Alpha Polartec di Salewa

Insomma, per dirla in parole povere, davanti c’è una bella barriera al freddo e al vento, con una zip lunga fino al colletto e due tasche pratiche e ampie il giusto; le maniche sono lunghe, con l’occhiello passadito per il pollice e del tessuto che copre la mano lasciando fuori le dita, ed è in materiale così morbido che permette movimenti anche più articolati rispetto a quelli della semplice corsa; lo stesso materiale si trova sulla schiena, per favorire torsioni e piegamenti ma soprattutto far uscire il sudore. Il tutto praticamente senza cuciture, il che è un piccolo-grande vantaggio per esempio se si porta lo zaino in spalla.

> Leggi anche: Come vestirsi per andare in montagna in estate

Certo, nonostante il trattamento DRW del nylon non è una giacca impermeabile in casi di pioggia battente, per i quali serve un guscio da usare come terzo strato, ma in assoluto è una giacca da indossare come primo, secondo o terzo strato dal momento in cui si esce di casa fino a quello in cui si arriva in quota, qualunque cosa si pensi di fare durante l’ascesa e anche la discesa, senza timore di rimanere inzuppati o raffreddati durante le pause brevi o lunghe.

Pedroc-Alpha Polartec Jacket Salewa

Piccola nota finale: alcuni materiali sono di derivazione riciclata e green e certificati Blue Sign, una tendenza sempre più importante e significativa nei comportamenti d’acquisto degli appassionati dell’outdoor.

> Leggi anche: Polartec: 1 miliardo di bottiglie riciclate

la giacca Salewa Pedroc Polartec Alpha è disponibile nei modelli da uomo (colori: Mayan Blue; Black Out; Papavero; Walnut) e da donna (colori: Royal Blue; Black Out; Hot Coral; Sand) al prezzo ufficiale di 200 euro.

> Leggi anche: Perché camminare in montagna ci rende felici

©RIPRODUZIONE RISERVATA