Perdere peso velocemente: i cibi per bruciare più grassi con lo sport

Premessa fondamentale: nessun alimento fa dimagrire. Ma ci sono cibi che, combinati con una regolare attività sportiva (come correre al freddo, camminare o anche solo pedalare sulla cyclette), fanno accelerare il metabolismo e aiutano quindi a perdere peso più in fretta. Dalla A alla Z, eccone alcuni (18) che aiutano a tornare più velocemente in peso forma.

1. Acqua

Scontata, certo. Ma anche spesso sfruttata (cioè bevuta) meno del dovuto: l’acqua è l’elemento-chiave per far funzionare al meglio il metabolismo e “ripulire” l’organismo dagli eccessi della tavola. In particolare, uno studio tedesco ormai datato, ma non per questo da dimenticare, ha dimostrato che bere 50 cl di acqua aumenta del 30% l’attività del metabolismo, con l’effetto che si sviluppa entro 10 minuti e tocca il massimo dopo 30-40.
Nessun dubbio, insomma, su cosa assumere prima del training.

2. Agrumi

La vitamina C contenuta in arance, limoni e pompelmi non aiuta solo a evitare di ammalarsi quando si fa sport in inverno: serve infatti al nostro organismo anche per sintetizzare la carnitina, che stimola il metabolismo dei grassi.
Per questo gli agrumi sono un cibo alleato di chi vuole perdere peso, ancora di più se fa sport: in passato, alcuni studi hanno infatti evidenziato che una regolare assunzione di succo di pompelmo può far arrivare a bruciare addirittura il 50% dei grassi in più durante l’allenamento.

3. Alghe

Non affollano le nostre tavole, ma sono utilissime per perdere peso in fretta, combinando alimentazione equilibrata e sport.
Consigliate soprattutto l’alga kelp e la spirulina: apportano infatti alte dosi di sali minerali e di iodio, elementi preziosi per stimolare gli ormoni tiroidei che regolano il nostro metabolismo.

4. Ananas

Non è un alimento bruciagrassi come vuole la leggenda, ma è ricco di bromelina, una sostanza che dà una mano a smaltire i chili in eccesso perché contrasta la ritenzione idrica.
In più, la bromelina facilita la digestione e depura l’intestino, aiutando così tanto l’assorbimento dei nutrienti quanto lo smaltimento delle tossine.

5. Broccoli e cavoli

Agli sportivi i broccoli sono sempre consigliati per la loro ricchezza di antiossidanti (che contrastano i radicali liberi prodotti durante l’attività fisica) e di calcio (prezioso per la salute delle ossa).
E diventano ancora più preziosi quando l’obiettivo è perdere peso con attività fisica e dieta insieme: oltre a essere tra le verdure più ricche di fibre (che aiutano a mantenere più a lungo il senso di sazietà), apportano infatti glucorafanina, una sostanza preziosa perché stimola il metabolismo e favorisce la disintossicazione dell’organismo. Anche i cavoli ne apportano buone quantità.

6. Cetrioli

Sono costituiti per il 96,5% d’acqua e sono ricchissimi di potassio (140 mg ogni 100 g), caratteristiche nutrizionali che li rendono perfetti per stimolare il metabolismo e aiutare l’organismo a depurarsi e smaltire i grassi in eccesso.
La loro azione è ancora più efficace se vengono associati a cibi piccanti, ma i nutrizionisti consigliano anche di sfruttarli per centrifugati in combinazione con limone e arancia oppure con lo zenzero. Attenzione, però: per averne i migliori vantaggi, meglio consumarli crudi.
>> LEGGI ANCHE: Come mangiare in base al proprio metabolismo

7. Cioccolato fondente

Deve avere almeno l’80% di cacao e non bisogna mangiarne più di due quadratini al giorno. Se queste due condizioni vengono rispettate, il cioccolato fondente può essere inserito nel piano alimentare post-feste natalizie per la ricchezza in catechine e caffeina, sostanze che accelerano il metabolismo.

8. Cipolla

Tra le tante proprietà della cipolla c’è anche quella di contenere enzimi che stimolano il metabolismo, rendendolo più veloce ed efficiente. Inoltre, è consigliata a chi fa sport outdoor per due motivi: contribuisce a rafforzare il sistema immunitario nella stagione fredda e migliora la performance aerobica grazie all’apporto di quercetina, come dimostrato in passato da uno studio su 11 ciclisti élite condotto dal Dipartimento di medicina dello Sport della californiana Pepperdine University di Malibu.

9. Curry

Questo mix di spezie insaporisce i piatti ed è anche termogenico, cioè ha la capacità di indurre un’accelerazione del metabolismo e favorire il dimagrimento. In più, fornisce numerose sostanze dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, utilissime a chi fa sport.

10. Mango

Questo frutto tropicale apporta una grande quantità di catechine, che oltre a essere antiossidanti stimolano il metabolismo dei grassi e facilitano il dimagrimento, com’è stato certificato anche da uno studio condotto dal Department of Nutrition and Food Science della Texas A&M University, negli Stati Uniti.
Mentre una ricerca australiana sviluppata dall’University of Queensland consiglia di mangiare anche e soprattutto la buccia del mango, perché è ricca di sostanze fitochimiche che agiscono contro la formazione delle cellule di grasso.
Tra i frutti esotici per perdere peso più in fretta è poi consigliato anche l’avocado.

11. Mela

Una al giorno… serve anche a perdere peso più in fretta: merito della pectina, una sostanza che la mela contiene in misura dell’1-1,5% e a alla quale viene attribuita anche un’azione lipolitica (la stessa innescata contro i grassi dall’attività fisica).
Anche in questo caso i nutrizionisti suggeriscono di mangiare la mela con la buccia, perché è lì che si concentra la quantità maggiore di pectina.

12. Peperoncino

La capsaicina, cioè la sostanza che dà piccantezza al peperoncino, dà una sferzata al palato ma anche al metabolismo, inducendo l’organismo a consumare più calorie. Con i vantaggi che non si limitano ad aiutare la perdita di peso, basta sapere quanto peperoncino mangiare.

13. Pesce di mare

Proteine per i muscoli e tanto iodio, indispensabile agli ormoni tiroidei per controllare al meglio il metabolismo: ecco perché il pesce di mare non deve mancare nel piano alimentare per rimettersi in forma dopo le feste.
Tra i pesci più ricchi di iodio ci sono il cefalo, il merluzzo, il salmone e il pesce spada.

14. Sedano e spinaci

Il sedano è consigliato perché stimola la diuresi e la disintossicazione dell’organismo, contribuendo così anche a sgonfiare la pancia dopo le feste.
Gli spinaci danno invece impulso al metabolismo per il loro apporto di ferro, il cui assorbimento viene tra l’altro facilitato dalla vitamina C (un motivo in più per mangiare gli agrumi).

15. Semi di lino

Un recente studio condotto sui topi da ricercatori danesi e svedesi attribuisce ai semi di lino un’alta capacità di stimolare il metabolismo a bruciare più grassi.
Secondo gli autori del lavoro, questa proprietà dei semi di lino viene dal fatto di apportare un ricchissimo mix di fibre, proteine, grassi benefici Omega-3, antiossidanti e altri nutrienti essenziali.
In attesa di ricerche sull’uomo, vale comunque la pena aggiungerli alle insalatone, meglio se lasciandoli interi.
>> LEGGI ANCHE:  I cibi che aiutano il sistema immunitario contro il Covid

16. Tè verde

Anche il caffè dà impulso al metabolismo, ma il tè verde è davvero perfetto per gli sportivi: uno studio condotto dalla britannica The University of Birmingham ha infatti verificato che assumere un estratto di tè verde prima di allenarsi porta a bruciare il 17% di grasso in più durante lo stesso training. Mentre un’altra ricerca giapponese ha rilevato che le catechine del tè portano l’organismo a bruciare più grassi sia mentre si fa attività fisica sia quando si è a riposo.

17. Uova

Le proteine servono ai muscoli ma anche a stimolare il metabolismo. E in questo senso le uova sono l’alimento perfetto per chi fa sport con l’obiettivo di essere sempre in peso forma.
Quante? 3-4 a settimana sono ammesse e servono anche per rafforzare il sistema immunitario se si fa sport al freddo.

18. Zenzero

Un gruppo di ricercatori iraniani e canadesi ha preso in esame nel 2018 una serie di studi sugli effetti dello zenzero nelle diete per persone in sovrappeso, arrivando alla conclusione che questa spezia contribuisce effettivamente ad accelerare il dimagrimento e a controllare i livelli di zuccheri nel sangue, oltre a far aumentare i livelli di colesterolo “buono” HDL.
Credits: foto di Natasha Spencer da Pexels.

©RIPRODUZIONE RISERVATA