Attrezzi da palestra fai da te per fare allenamento in casa durante il Coronavirus

Attrezzi fai da te per fare palestra in casa

Fare allenamento in casa con degli attrezzi da palestra fai da te si può. Ovvio ci vuole un po’ di fantasia e spirito di adattamento, ovvio gli spazi saranno ristretti rispetto a quelli di un centro fitness, ovvio anche gli effetti non saranno esattamente gli stessi di quelli di un vero allenamento fatto bene. Ma in tempi di quarantena da Coronavirus, e con il lockdown che sembra destinato a durare ancora a lungo, bisogna resistere e cercare di mantenersi un minimo in forma: serve per l’umore, serve per mantenere un po’ di regolarità in queste giornate così strane, serve per mantenere in forma il sistema immunitario e sì, serve anche per quando potremo finalmente tornare fuori a fare tutto quello che ci piace.

Come allenarsi in casa con attrezzi da palestra fai da te: 9 idee semplici

Il modo più semplice per allenarsi in casa senza attrezzi è dedicarsi ovviamente alle attività a corpo libero: un bel circuito cardio si può comunque fare, pilates e yoga sono più allenanti di quanto possa immaginare chi non le ha mai provate (e un buon modo per iniziare sono le App, che in questo periodo stanno mettendo a disposizione free le loro classi) e se si ha a disposizione una rampa di scale si può fare anche un bel lavoro cardio, di resistenza e forza (qui perché fa bene allenarsi sulle scale). Altrimenti si possono costruire degli attrezzi da palestra fai da te con semplici oggetti di uso comune e quotidiano che tutti abbiamo in casa.

Una sedia come macchina multifunzione

È incredibile come una sedia possa diventare una vera macchina multifunzione e permettere di fare un sacco di esercizi a corpo libero, funzionali, anche organizzati in un bel circuito cardio brucia calorie e accendi metabolismo: noi lo abbiamo scoperto grazie a GetFIT e qui puoi trovare 10 esercizi di ginnastica da fare con la sedia.

Bottiglie d’acqua al posto dei manubri

Soluzione un po’ old school ma tutto sommato funzionale: se non si hanno dei manubri a disposizione e si vuole fare un po’ di tonificazione degli arti superiori possono andare bene anche delle semplici bottiglie d’acqua. Meglio che siano di plastica, nel caso cadessero, meglio che siano di quelle che si riescono a impugnare al centro, e con quelle da 2 litri (1 per mano) si possono fare un sacco di esercizi come questi oppure come questo vero e proprio allenamento con le bottiglie.

Il salto della corda (ma senza corda)

Ok, non è esattamente la stessa cosa, ma spesso in casa non c’è né lo spazio né l’altezza per usare la corda. Corda che, è bene dirlo, è un ottimo attrezzo per l’allenamento cardio e per dimagrire. E allora non bisogna perdersi d’animo e si può fare anche il salto della corda senza corda, simulando ritmi e passi diversi. È un ottimo modo per scaldarsi un po’ prima di un vero e proprio circuito di allenamento.

Uno zaino al posto del bilanciere

Dipende da quanto si è abituati ad alzare con il bilanciere, ma insomma se si vogliono mettere un po’ di chili in più per fare un po’ di lavoro di gambe fatto bene, squat, affondi e tutto il resto si possono fare anche solo riempiendo uno zaino di libri. Del resto se lo zaino di uno studente delle scuole medie può pesare tranquillamente 12 kg, con una bella enciclopedia è un attimo arrivare almeno a 20 kg (o con uno zaino serio da montagna anche oltre). Ma attenzione: uno zaino distribuisce il carico in modo diverso da un bilanciere, quindi prima è importante assicurarsi di mantenere la schiena ben eretta, poi si può aumentare i kg. Nel dubbio: qui gli errori più comuni nello squat, e qui come eseguire gli affondi.

Il letto come step

Per fare un po’ di gambe, un po’ di step-up, un po’ di cardio e tonificare gambe e glutei si può usare una sponda del letto come step. Certo, avendoci una scala è tutto più semplice, ma a mali estremi, estremi rimedi: può andar bene anche il coperchio del WC (purché non sia di plastica…), lo sgabello per spolverare sopra i mobili, la sponda del divano o una cassapanca.

Il divano per i push-up

Ci sono molti modi per fare i push-up (e qui ne descriviamo almeno 17) ma per massimizzare l’effetto dei piegamenti sulle braccia non c’è niente di meglio che mettere la leva dei piedi rialzata. E per fare questo basta e avanza il divano (ma anche una sedia va benissimo, per quanto forse un po’ stretta). Peraltro con la sponda del divano vengono benissimo anche i reverse-push-up, ottimi per i tricipiti.

Un borsone come sandbag

La sandbag è un ottimo attrezzo di allenamento funzionale, per fare girate al petto, stacchi da terra, affondi, squat e molti altri esercizi per le braccia. Ma in fondo una sandbag non è altro che un borsone pieno di sabba, e anche senza avere la sabbia è facile avere un borsone in casa tipo duffel bag, da riempire con con qualcosa di pesante: da un vecchio piumone a un paio di sacchi di patate o al sacco delle crocchette del cane. Se poi si ha a disposizione della sabbia, può bastare un vecchio copertone d’auto per costruirsi da soli una vera sandbag old style, di quelle che ancora si trovano in alcune palestre di provincia.

Calzettoni da calcio come cavigliere

Le cavigliere sono un po’ roba da fitness anni Ottanta, ma in condizioni di emergenza possono sempre tornare utili. Per farsele in casa bastano un paio di calzettoni da calcio (o calze molto resistenti, come quelle da sci) e riempirle con qualcosa di pesante, dalle solite patate a dei sassi o delle biglie (se si hanno in casa figli che ancora le usano…)

Sacco di patate come kettlebell

Pare che in questa emergenza Coronavirus ci sia la corsa a compare le kettlebell, il che è anche cosa buona giusta visti tutti i benefici di questo tradizionale attrezzo d’allenamento. Ma per chi non le trova può andar bene anche un sacco di patate, almeno per fare stacco e slancio (per lo swing è un po’ più complicato in effetti).

Photo by Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA