Come si superano gli ostacoli della Spartan Race

Filo spinato

"Ostacolo coreografico ma impegnativo. Anche in questo caso, la spinta delle gambe conta molto più di quella delle braccia e dei gomiti in particolare. Appoggiatevi con avambracci e ginocchia ma cercate di tenere il bacino staccato pochi millimetri da terra e di spingere con la punta dei piedi, come simulando una scalata. Questo permetterà alle anche di muoversi liberamente e riuscirete a essere più veloci".

[slideshow post_id=”13060″]

Nessun concorrente, per regolamento, può conoscere il percorso della Spartan fino al giorno della gara (quest’anno 2017: il 29 aprile a Orte, il 10 giugno a Malpensa, il 23 settembre a Misano e il 28 ottobre a Taranto). Ma si sa per certo che il numero e la durezza degli ostacoli (che cambiano ogni volta) da superare è roba da Marine, e allora tutti vanno su Youtube a studiare i video delle gare precedenti per capire quali ostacoli verranno inseriti nel percorso ed esercitarsi di conseguenza (l’allenamento base ve lo abbiamo già spiegato). Per darvi una mano ad arrivare pronti, nella gallery vi diamo i consigli utili per affrontare gli ostacoli più comuni della Spartan.

> Leggi anche: Il circuito d’allenamento per prepararsi alla Inferno Run

©RIPRODUZIONE RISERVATA