8 attività molto outdoor da fare a Oslo

Fare il bagno nelle spiagge sui fiordi

Non è il mare dei Caraibi, ma a Oslo appena spunta il sole tutti si buttano in spiaggia: c'è quella di Ingierstrand, a est del fiordo, per lo più a carattere famigliare e monumento architettonico disegnato nel 1931 dagli architetti Ole Lind Schistad and Eyvind Moestue, e quelle di Huk e Paradisbukta prese d'assalto dai giovani nei giorni d'estate per un tuffo, un po' di tintarella e l'immancabile barbecue.

Credits: VISITOSLO/Torgny Gustafsson

Siamo stati a Oslo, capitale della Norvegia, a inizio primavera, e ovviamente non ci siamo fatti scappare l’opportunità di fare un po’ di cose molto outdoor di quelle che ci piacciono tanto. Oslo è una città, e la Norvegia è un paese, che della vita attiva all’aria aperta hanno fatto un vero e proprio manifesto di vita al punto che i confini tra dimensione urbana e dimensione naturale sono estremamente labili e i due mondi si compenetrano in modo intenso e fluido.

A Oslo basta davvero girare l’angolo e ritrovarsi sul fiordo, oppure prendere la metropolitana e trovarsi in boschi frondosi, vasti e verdi di un verde che più verde non si può, o ancora trovarsi sulle piste da sci, o da downhill, dopo un viaggetto di 20′ appena. E soprattutto, in tutte queste situazioni, trovarsi sempre in compagnia di un sacco di gente genuinamente appassionata di outdoor: alle 6 del mattino le strade pullulano di gente che corre, anche per andare al lavoro, il mezzo di trasporto preferito in città sembra essere la bicicletta, i bambini dell’asilo fanno lezione al parco o sulla neve e praticamente ogni abitante di Oslo ha o una casetta di legno dispersa nei boschi o una barca a vela ancorata nel porticciolo (o spesso entrambe).

Insomma la capitale norvegese è un vero paradiso dell’outdoor urbano, e non è un controsenso dirlo, ed ecco allora un po’ di spunti per vivere Oslo in tutte le sue dimensioni e sempre al naturale.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...