Piste da sci: le nere più difficili d’Italia

Hernegg, Plan de Corones

Le Black Five: sopra Brunico c'è l'unico comprensorio italiano dove ci sono addirittura cinque nere "una accanto all'altra". Date per scontato - e i forum delle riviste verticali lo confermano - che se chiedete a cinque sciatori qualche sia la pista più dura vi daranno cinque risposte diverse. la nostra opinione è che il muro finale della Hernegg sia il punto più dura della ski-area, alla fine di una pista lunga 5 km. Segue poi la Sylvester, parallela alla prima e altrettanto lunga (5 km e 1300 metri di dislivello), il muro della Erta (corta ma ripida), la Piculin (dove si dice si tocchi il 72% di pendenza) e la Pre de Peres. (credit Dolomiti SuperSki)

Cortina
Gran Risa
Croda Rossa Sesto
arabba
pladecorones - credit DSS
canazei vulcano ciampac
Campiglio
Madesimo
laThuile

[slideshow post_id=”25960″]

È vero che per decidere quanto è impegnativa una pista da sci tutto dipende dalle condizioni della neve e che una rossa impegnativa con 30 centimetri di fresca è più difficile di una nera perfettamente battuta.

È vero che in Italia nessuno è mai riuscito a stilare una classifica credibile delle piste più pendenti del paese perché ora si tiene conto della pendenza media, poi della pendenza massima ed esiste perfino al pendenza massima media!

> Leggi anche: Le 10 piste nere più difficili del Trentino

Però, immaginando quindi pari presupposti e lo stesso fondo, questa è la nostra classifica – realistica ma evidentemente soggettiva – delle piste da sci più difficili d’Italia, nel senso più lato del termine.

PS: Noi – queste nove – le abbiamo provate tutte di persona.

©RIPRODUZIONE RISERVATA