In bici in Val Pusteria lungo la San Candido-Lienz

Aigner Badl, il tipico paesino della Val Pusteria

Al km 17,6 si supera un passaggio a livello e immediatamente dopo anche la Drava, quindi si piega a sinistra e ci si addentra in un bel bosco che ci offre come aperitivo uno strappetto lungo circa 50 m, ma poi subito dopo si scende.
Ora si pedala immersi fra gli alberi, la strada diventa più piacevole, con maggiori discese, un buon profumo di sottobosco che inebria i polmoni e un bel verde intenso. Il percorso si fa più mosso, con qualche divertente serpentina, è decisamente umbratile e offre al ciclista l’atteso refrigerio. Al km 18,2 appare un altro breve dosso: ora si domina dall’alto la Drava, quindi si incontra un segnale che invita a rispettare le distanze di sicurezza: la discesa sta per diventare abbastanza impegnativa: attenzione. Al km 18,5 la pendenza è del 10%, la strada è stretta, spesso con fondo umido: attenzione. Bisogna avere la dovuta cautela e frenare, perché questo è un tratto potenzialmente pericoloso, sia per l'esiguità della sede stradale, sia per il fondo sdrucciolevole, sia per la possibilità di incontrare ciclisti inesperti. Il tratto in forte discesa non si è ancora concluso e al km 18,7 appare una curva a destra con strettoia e casa a spigolo: attenzione.
Alla fine della discesa appare una postazione di soccorso (con pannello solare) per chiamare in caso di incidenti. Al km 19,3 sempre in discesa c’è una curva a sinistra cui prestare la dovuta attenzione, poi appare una contropendenza in salita di un’ottantina di metri, quindi al km 19,6 si attraversa un ponticello, si va a destra e poi di nuovo in discesa.
Al km 19,7 si giunge nei pressi di Geselhaus, quindi si seguono le indicazioni andando a destra e inizia un’altra bella discesa piuttosto sostenuta, attenzione, anche se abbastanza ampia, la strada è pendente e la bici va. C’è da stare anche attenti a qualche tombino in mezzo alla carreggiata. Ora il fiume si è decisamente allargato; al km 21 si incontra un vera e propria area di sosta, con un’invitante fontana, due o tre panche e tavoli da picnic, servizio di noleggio biciclette e assistenza Papin Sport/Rent a Bike, un chiosco con birre e wurstel, caffè e gelati. Il chiosco bar è aperto nella stagione estiva.
Ci si trova all’incrocio con Abfaltersbach, paesino che si può raggiungere piegando a sinistra, mentre a destra si va al famoso Aigner Badl, che merita la breve deviazione: consta di un gruppo di edifici del XVII secolo ed era un ambiente tipico della Val Pusteria per effettuare cure, con antiche vasche in legno e un locale caldaie. Il bagno è ancor oggi perfettamente funzionante: per informazioni tel. +43 699 11591377, johann.aigner@banksillian.at.

[slideshow post_id=”17456″]

Uno degli itinerari ciclabili più noti e più belli a cavallo fra Alto Adige e Tirolo Orientale, percorre la Val Pusteria da San Candido a Lienz fiancheggiando la sponda del fiume Drava. Immerso in un fantastico paesaggio di montagna, e segnalato alla perfezione, il tracciato scorre per 40 km in dolce discesa , adatto quindi anche alle famiglie con bambini. E arrivati in fondo, basta salire sul treno per tornare al punto di partenza: comodissimo.

Pubblichiamo questo itinerario grazie alla collaborazione con Ediciclo editore.
Il percorso è tratto dal libro Le piste ciclabili della Val Pusteria di Alberto Fiorin. Per scoprire tutto il catalogo visita il sito www.ediciclo.it

Abbiamo anche altri itinerari di cicloturismo, in Italia e all’estero, che potrebbero interessarti:

©RIPRODUZIONE RISERVATA