Allenarsi dopo cena: come farlo senza star male?

Allenarsi dopo cena: come farlo senza star male

Sei tornato dalle vacanze abbastanza in forma e con tutti i buoni propositi del caso di continuare a fare attività. Ma fatti due conti sui ritmi della tua vita ti sei reso conto che l’unica possibilità è quella di allenarsi dopo cena. E giustamente qualche dubbio ti è venuto: vero che per allenarti serve energia, ma sai benissimo anche che potresti trovarti nel bel mezzo di una digestione non proprio agevole. Con inevitabili conseguenze come senso di gonfiore, nausea, reflusso se non peggio. Che fare allora?

Allenarsi dopo cena: come farlo senza star male?

Prima di cominciare ad allenarti dopo cena è bene sapere come funzionano le cose. Quando mangi, il cibo masticato entra nello stomaco, dove viene più o meno lentamente elaborato prima di passare in piccoli pezzi nell’intestino tenue. Generalmente questo processo richiede dalle 2 alle 4 ore, a seconda del tipo e della quantità di cibo, delle proprie difficoltà di digestione, di come e quanto si mastica il cibo e di altri fattori del tutto individuali. Tuttavia generalmente prima di un paio d’ore da un pasto è bene non fare alcun tipo di attività fisica se non si vogliono conseguenze che potrebbero anche sfociare in vomito o diarrea.
Però se l’obiettivo è quello di allenarsi dopo cena, ci sono alcune cose che si possono fare per ridurre i tempi e scongiurare i problemi.

Cosa mangiare se ci si allena dopo cena

Ovviamente più il pasto è leggero, digeribile e di porzioni moderate e prima sarà digerito. Quindi anziché pensare a una vera e propria cena (che già di per sé sarebbe sbagliata) meglio pensare a uno spuntino di tardo pomeriggio: un sandwich con un affettato magro, senza salse, oppure un toast possono essere digeriti anche in 30′ di tempo. Per molti runner questa per esempio rappresenta la cosiddetta “razione d’attesa” da consumare mezz’ora prima della partenza di una maratona, oppure per molti ciclisti è il tipico panino da tenere nella tasca della maglia durante i giri più lunghi.

Allenarsi dopo cena: come farlo senza star male

Ecco, a proposito di corsa e ciclismo, per allenarsi dopo cena dipende anche da che tipo di sport o attività si parla.

Che attività fare dopo cena

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che corsa, ciclismo e in generale le attività di endurance sono quelle che più facilmente possono dare vita a spiacevoli conseguenze se praticate prima di aver completamente digerito. Diverso il discorso se dopo cena ci si dedica ad attività come la camminata o classi di fitness non troppo movimentate o addirittura ad allenamenti di tonificazione con pochi sovraccarichi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Tag per questo post