Camminare a Milano: 5 percorsi per scoprire la città a piedi

camminare a Milano

Dopo i 5 itinerari per pedalare nei confini comunali, vi proponiamo 5 idee per camminare a Milano ed esplorare la città a piedi.
Ora che la Lombardia è diventata ufficialmente zona arancione dopo più di 20 giorni di lockdown, non vale più la regola dell’attività motoria solo nei pressi della propria abitazione. Nella regione italiana più colpita dal Coronavirus, infatti, da oggi (domenica 29 novembre) è possibile passeggiare liberamente (mantenendo la mascherina e le distanze di almeno 1 metro dagli altri) all’interno del proprio comune di residenza. In vista del tanto atteso “cambio di colore”, vi diamo qualche idea per tornare a godervi la città in modo lento e rilassato.
>>LEGGI ANCHE: Dove correre a Milano: 6 parchi in città con percorsi per il running 

Camminare a Milano: 5 idee per scoprire il capoluogo lombardo a piedi

Queste 5 idee per camminare a Milano sono perfette per esplorare le zone più pittoresche del centro della città, ma non solo: troverete anche delle soluzioni per lasciarvi alle spalle il grigio del cemento e immergervi nel verde, rimanendo comunque nei confini comunali. I tour che approfondiremo sono perfetti per un pomeriggio da turisti nella propria città o per accompagnare, una volta terminata la fase acuta dell’emergenza sanitaria, un amico che viene da fuori a esplorare le zone più belle del capoluogo.
1.Dal Duomo a City Life
2.Da Porta Romana alla chiesa di San Cristoforo sul Naviglio Grande
3.Una passeggiata lungo la Martesana e un tour per il quartiere NoLo
4.Staccare dal grigiore cittadino: Parco della Vettabbia, Parco Lambro e Parco Nord
5.Le 5 vie

1. Dal Duomo a City Life

Una incantevole passeggiata di 3,5 chilometri (circa tre quarti d’ora a piedi a ritmo lento) che vi permetterà di esplorare alcuni dei punti più affascinanti del centro città, e senza rinunciare a un po’ di verde. Se vi piace camminare, questo è uno dei migliori itinerari da percorrere assieme a un amico che viene da fuori e che desidera esplorare il cuore della città in poco tempo. Partite da Piazza del Duomo, camminate verso Cordusio e percorrete via Dante avvicinandovi sempre di più al Castello Sforzesco. A quel punto, una volta giunti davanti al bellissimo complesso fortificato, prendere uno degli ingressi disponibili per tuffarvi nel Parco Sempione. Tagliate il parco per il lungo e uscite esattamente dal lato opposto da dove siete entrati: vi ritroverete all’Arco della Pace, uno dei simboli della città. Abbandonate la maestosa piazza imboccando via Abbondio Sangiorgio, poi proseguite verso Piazza Giovanni XXIII ed entrate nel grazioso Giardino Valentino Bompiani. Prendete quindi la stradina che si dirige verso sinistra e uscite dal parco in via Vincenzo Monti; continuate a fino a Piazza Sei Febbraio e vi accorgerete di essere quasi ai piedi delle imponenti Tre Torri di City Life. Qui potrete rilassarvi nel modernissimo parco che circonda il complesso delle residenze Hadid.

2. Da Porta Romana alla chiesa di San Cristoforo sul Naviglio Grande

Una passeggiata sotto certi versi classica ma che non stanca mai. Da Porta Romana, nei pressi della fermata della metropolitana, imboccate corso di Porta Romana e camminate fino a via Santa Sofia. Qui, prima di proseguire verso le Colonne di San Lorenzo, vi consigliamo una chicca. Quando girate l’angolo tra corso di Porta Romana e via Santa Sofia, appena dopo la farmacia troverete una graziosa via sulla sinistra (Via S. Calimero): prendetela a continuate fino a Piazza Cardinal Ferrari, contraddistinta da fantastici murales che raffigurano i volti di alcuni milanesi illustri. A questo punto tornate indietro in via Santa Sofia e proseguite dritti fino a via Molino delle Armi che vi condurrà alle Colonne di San Lorenzo. Qui girate a sinistra nell’inconfondibile e artistico corso di Porta Ticinese: sempre diritti e sarete in Darsena (vi auguriamo di non incontrare cinghiali!). Dalla Darsena imboccate il Naviglio Grande, che potete costeggiare (meglio ancora se è l’ora del tramonto) lungo la sua pista ciclopedonale. E se non siete stanchi, spingetevi fino alla chiesetta gotica di San Cristoforo sul Naviglio: molto amata dai milanesi e non. La passeggiata, senza contare la deviazione in Piazza Cardinal Ferrari, dura poco meno di un’oretta solo andata (circa 4 chilometri).

3. Una passeggiata lungo la Martesana e un tour per il quartiere NoLo

Prendete il Naviglio Martesana all’altezza di via Padova e godetevi una passeggiata lungo questo romantico canale artificiale, caratterizzato da alberi fioriti e rigogliosi, eleganti giardini e ville pittoresche. Superato il ponticello di Piazza dei Piccoli Martiri, qualche metro più avanti seguite l’uscita della pista ciclopedonale sulla sinistra e imboccate viale Monza dove c’è lo storico cabaret Zelig. Attraversate la strada e continuate verso sinistra, lasciandovi alle spalle le fermate della metro di Turro e Rovereto. Poco prima della fermata di Pasteur, girate a destra in Via Luigi Varanini e arriverete in Piazza Morbegno: il cuore pulsante del quartiere di NoLo, terra di creativi, piazzette colorate e ottimi locali. Da quella piazza potete iniziare una passeggiata senza meta per la zona. Qui merita uno sguardo la piazzetta tra via Spoleto e via Venini, sempre molto animata grazie ai tavoli da ping pong pubblici messi a disposizione della cittadinanza. Questa passeggiata dura circa tre quarti d’ora solo andata. Chi preferisce invece camminare lungo tutto il Naviglio Martesana e arrivare fino in fondo, può continuare su via Melchiorre Gioia e spingersi fino ai grattacieli di Porta Nuova.

4. Staccare dal grigiore cittadino: Parco della Vettabbia, Parco Lambro e Parco Nord

Per una passeggiata nel verde nel comune di Milano vi consigliamo innanzitutto il Parco della Vettabbia, che fa parte del Parco Agricolo Sud di Milano e ha tre ingressi: via Ripamonti, via S. Dionigi e via Sant’Arialdo. Si tratta di un parco urbano non recintato che confina con il complesso dell’Abbazia di Chiaravalle; è grande più di 100 ettari ed è a preminente carattere agricolo. Mentre camminate in questo parco, raggiungibile a piedi dalla fermata di Porto di Mare (linea gialla), avrete come la sensazione di essere in aperta campagna. Se invece preferite i boschi fitti, non potrete rinunciare a due passi al Parco Lambro: il più grande parco non recintato della città, una vera e propria foresta nella periferia milanese. Il polmone verde è raggiungibile con la linea verde, nei pressi delle fermate di Udine, Cimiano e Crescenzago. Da non perdere anche il Parco Nord, i cui 640 ettari toccano i comuni di Milano, Sesto San Giovanni, Novate Milanese, Cusano Milanino, Bresso, Cormano e Cinisello.

5. Le 5 vie

Via Santa Marta, via Santa Maria Podone, via Santa Maria Fulcorina, via Bocchetto, via del Bollo: sono le cosiddette “5 vie” tra Carrobbio, Cordusio e Duomo. 5 strade che si intersecano e formano un piccolo quartiere a misura d’uomo, contraddistinto da gallerie (come l’Ambrosiana con la Pinacoteca e la sua bellissima biblioteca) e botteghe di artigiani. Passeggiare per questa zona vi riporterà indietro nel tempo e vi farà scoprire il fascino antico di una Milano d’altri tempi.
[Photo by: fietzfotos / Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA