Dove correre a New York, 5 percorsi poco affollati nei parchi

dove-correre-a-new-york-foto-martino-de-mori

 

Se sei nella Grande Mela e vuoi fare running, devi capire bene dove correre a New York per sfruttare percorsi interessanti e poco affollati nei parchi (ma non solo). Non c’è solo il Central Park. Anzi, meglio sapere quali sono le zone del famosissimo parco da frequentare se non vuoi essere costretto a evitare i turisti. Ma esistono diverse zone della city perfette per correre, interessanti da esplorare a piedi e lontane dai circuiti del turismo di massa. Come ad esempio la High Line (ma solo all’alba), Roosevelt Island e un paio di posti fra Brooklyn e Williamsburg dove vanno solo i newyorkesi. Qui prepararsi per la Maratona di New York o semplicemente allenarsi nella corsa è un piacere. Noi li abbiamo provati e qui vi consigliamo i 5 posti migliori in cui andare a fare correre a New York.

 

 

I 5 migliori percorsi per correre a New York

 

 

Correre sulla High Line (Chelsea)

La High Line è una delle zona più nuove e interessanti di New York. È un percorso pedonale realizzato sulla vecchia ferrovia della West Side Line, la zona ovest di Manhattan, sospesa e abbandonata dal 1980. Grazie a due architetti e a un comitato di volontari l’area è stata recuperata ed è stato realizzato un parco con una passerella pedonale di 2.33 km, completato nel 2015.

Si parte dalla zona portuale in Grosvernor Street e si cammina o corre verso nord in mezzo ai vecchi edifici industriali e ai palazzi nuovissimi, respirando l’aria del quartiere di Chelsea e delle sue gallerie d’arte, su fino alla 30esima strada ovest, dove sorge The Vessel, il notevole ‘alveare’, una scultura-struttura dalle scale in stile Escher su cui si può anche salire per godersi il panorama sul West Side.

Se vuoi correre qui ti consigliamo di farlo la mattina presto, dato che poi fra abitanti del luogo e turisti ai affolla velocemente. Ma ne vale davvero la pena.

 

>> LEGGI ANCHE: Londra a piedi in un giorno, 20 km per vederla quasi tutta

 

Running a Roosevelt Island (East Side)

Una delle zone più amate dai newyorkesi e meno frequentate dai turisti è l’isola allungata di Roosevelt, che si trova all’altezza del Central Park sul lato orientale dell’Hudson. Ci si arriva con il ferryboat che fa la spola sui due lati del fiume, oppure con la funicolare che parte da Tramway Plaza, sulla 2nd Avenue. Già di per sé vale la pena provare la funicolare, che passa sopra le infinite avenue della Grande Mela e ti lascia nei pressi del Queensboro Bridge.

 

dove-correre-a-new-york-roosevelt-island-foto-martino-de-mori

 

Una volta sull’isola puoi correre lungo l’anello pedonale che la circonda, stando su Loop Street. Puoi scegliere tu il percorso: se la fai tutta si tratta di circa 7 chilometri, da fare nella quiete più assoluta tra parchi e giardini, con gli edifici residenziali nella zona nord, la struttura ipermoderna della Università Cornell Tech e il Freedom Park sulla punta meridionale, con il monumento dedicato a Franklin Delano Roosevelt. Qui puoi anche rilassarti, fare stretching e sdraiarti al sole.

Al bar della Cornell servono colazioni e pranzi sorprendentemente salutisti.

 

>> LEGGI ANCHE: Milano a piedi in un giorno, itinerari nel centro storico

 

 

Corsa nel Brooklyn Bridge Park (Brooklyn)

I vecchi pier portuali che da Brooklyn guardano l’angolo sud est di Manhattan sono stati trasformati in un grande parco sportivo, il Brooklyn Bridge Park. Un luogo ideale per correre e passeggiare senza scontrarsi con i turisti che affollano ad esempio il vicino ponte di Brooklyn.

Il lungomare che dal ponte scende verso sud è un’area verde con percorsi asfaltati su cui correre come, dove e quanto si vuole anche con qualche saliscendi. Inoltre ogni molo è dedicato a uno sport: pattinaggio, basket, calcio, pallavolo. E nei dintorni ci sono baretti per rifocillarsi.

Anche l’area immediatamente a nord est del ponte (l’emergente Dumbo) è un parco (Empire Fulton Park): è un po’ affollato per correre davvero, ma si può partire da lì, ammirando la antica giostra Jane’s Carousel incastonata in una struttura e poi raggiungendo le zone più aperte a sud.

 

>> LEGGI ANCHE: Dove correre a Milano, 6 percorsi in città 

 

 

Dove correre a Central Park

Il parco più famoso del mondo è effettivamente quasi sempre affollato di turisti. Salvo nei mesi freddi o negli orari più ‘duri’ correre decentemente nella zona meridionale (diciamo tra lo Zoo e il Metropolitan Museum) è quasi impossibile. Ma salendo a nord, tra la 86 e la 97 strada, c’è il lago Jacqueline Kennedy Onassis Reservoir che sembra fatto apposta per i runner. La riserva è circondata da un sentiero di sterrato bianco di 2,5 km perfetto per una corsa mattutina o serale.

 

dove-correre-a-new-york-dentral-park-foto-martino-de-mori

 

Si corre in senso rigorosamente antiorario costeggiando i musei e i palazzi della Quinta Strada, per poi affrontare un po’ di curve e passare dall’altro lato del parco e continuare tra playground, anatre e una vista su tutta Manhattan.

Particolarmente consigliato correre all’alba o al tramonto, quando i colori della natura si riflettono sugli specchi dei grattacieli e ti si imprimono indelebili nella memoria.

 

 

>> LEGGI ANCHE: Cose da fare ad Amsterdam in bici

 

 

Corsa nei parchi di Greenway Terrace (Brooklyn)

I vecchi pier portuali che da Brooklyn guardano l’angolo sud est di Manhattan sono stati trasformati in un grande parco sportivo. Un luogo ideale per correre e passeggiare senza scontrarsi con i turisti che affollano ad esempio il vicino ponte di Brooklyn.

Il lungomare che dal ponte scende verso sud è un’area verde con percorsi asfaltati su cui correre come, dove e quanto si vuole anche con qualche saliscendi. Inoltre ogni molo è dedicato a uno sport: pattinaggio, basket, calcio, pallavolo. E nei dintorni ci sono baretti per rifocillarsi.

Anche l’area immediatamente a nord est del ponte (l’emergente Dumbo) è un parco (Empire Fulton Park): è un po’ affollato per correre davvero, ma si può partire da lì, ammirando la antica giostra Jane’s Carousel incastonata in una struttura e poi raggiungendo le zone più aperte a sud.

>> LEGGI ANCHE: Dove correre a Milano, 6 percorsi in città 

 

 

 

Correre a Domino Park e dintorni (Williamsburg)

Attorno al vecchio zuccherificio Domino è stato creato il Domino Park, una striscia verde con passeggiata a bordo Hudson che è frequentato quasi solo dai locali. Si arriva con il ferryboat (che costa quanto la metropolitana)
Si può correre dal Williamsburg Bridge in su attraversando il quartiere ebraico fino al Grand Ferry Park. Ma ci si può spingere ancora più in su muovendosi nelle vie tranquille di Williamsburg piene di locali dove fermarsi per una sosta.

 

dove-correre-a-new-york-domino-park-foto-martino-de-mori

 

I più allenati potrebbero arrivare fino a un altro parco più a nord, il Buschwick.

Mentre correte buttate un’occhiata sulla destra, dove campeggiano le vecchie strutture portuali che sono state ricolorate e danno alla zona un tocco molto giocoso.

 

 

Prima di proseguire potresti leggere questi consigli:

 

I 6 parchi di Milano in cui fare running e fitness

 

Come camminare per dimagrire e stare in forma

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

 

(foto Martino De Mori)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA