Obesity Day 2021, la lotta all’obesità è globale, ecco 10 regole da cui partire

Obesity Day

L’11 ottobre è l’Obesity Day, la giornata mondiale per la lotta all’obesità e al sovrappeso. Nelle piazze delle città saranno presenti stand dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica ADI che celebra oggi il Giorno dell’Obesità in Italia, con personale a disposizione per offrire gratuitamente informazione e consulenza, analisi del peso e indicazioni sui percorsi da seguire per affrontare il problema.

Pubblicità

> Leggi anche: Le 6 regole contro sovrappeso e obesità

Obesity Day: nel mondo: 600 milioni di obesi

Secondo i dati diffusi da ONU e FAO, nel 2014 oltre 1,9 miliardi di adulti risultavano sovrappeso e di questi oltre 600 milioni (il 13% della popolazione totale) obesi. La patologia porta alla morte 3,4 milioni di persone ogni anno e nella maggior parte dei paesi l’obesità uccide più della sottonutrizione.
In Italia una persona su due è sovrappeso (il 45%), per un totale di 22 milioni, mentre circa una su 10 (il 9,8%), ovvero 6 milioni è effettivamente obesa e il 2,2% è gravemente obesa. In Europa il paese con il più alto tasso di obesità è la Gran Bretagna, seguito da Francia, Germania, Spagna e Svezia.

> Leggi anche: Ecco come e quanto varia il nostro peso nell’arco di una giornata

Bambini a rischio

Siamo al 29,4% di bambini obesi, con numeri inaspettati. Addirittura in Africa dal 1990 al 2014 si è passati da 5,4 a 10,6 milioni di bambini obesi, su un totale di 41 milioni di bimbi obesi nel mondo sotto i 5 anni (di cui la metà in Asia). Nei bambini obesità significa difficoltà respiratorie, cosa che porta alo sviluppo di patologie cardiovascolari, rischi di fratture ossee, diabete, ipertensione.
In Italia un bambino su cinque è in sovrappeso e uno su dieci obeso. E va considerato che se si è obesi da piccoli, il 60% rischia di esserlo per il resto della vita. Sono dati in preoccupante crescita, con numeri triplicati nell’arco degli ultimi 30 anni, tanto che Organizzazione Mondiale per la Sanità (OMS) ha dichiarato l’obesità come la sfida del ventunesimo secolo e tanto che il sito dell’Obesity Day riporta una call to action verso i governi per affrontare il problema del sovrappeso infantile.

Obesity Day

> Leggi anche: Perdere peso serve anche a prevenire i tumori

Cattive abitudini

Okkio alla Salute, il progetto di monitoraggio del Ministero della Salute, spiega che le ragioni del sovrappeso fra bambini e ragazzi è lo stile di vita: il 18 % pratica sport per non più di un’ora a settimana, il 35% guarda la TV oltre due ore al giorno (o gioca ai videogame) e solo un bambino su quattro va a scuola a piedi o in bicicletta.

> Leggi anche: Perché è importante l’esempio dei genitori per educare i figli allo sport

Cosa fare: muoversi!

L’attività fisica rimane il miglior modo per arginare i rischi di sovrappeso e obesità. Ne abbiamo parlato tante volte: Se l’OMS consiglia 10mila passi al giorno, studi recenti suggeriscono 150 minuti di attività alla settimana. I benefici di abitudini del genere sono accresciuti dal fatto di praticarle all’aria aperta.

10 buone regole

Ecco qui una serie di suggerimenti mutuati da studi scientifici che abbiamo pubblicato nel tempo e che ci servono per tenere a bada il nostro peso e la nostra salute.

6 cose da fare al mattino per dimagrire

Se mangi la pasta nelle giuste dosi puoi dimagrire

Smetti di mangiare schifezze e torna a mangiare sano così

5 insospettabili motivi per cui si rischia di ingrassare

6 insospettabili motivi per cui non si riesce a dimagrire

I 7 motivi più banali per cui una dieta non funziona

Due diversi modi per calcolare il peso forma

I bambini che fanno sport vanno meglio a scuola

Allenamento, bastano 20 minuti al giorno

Obesità: la carne è pericolosa tanto quanto lo zucchero?

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità