Fare sport dimezza il rischio di cancro alla prostata

ces-2019-halo-sport-2

Lo sport potrebbe prevenire il cancro alla prostata. Qualsiasi forma di attività fisica, anche leggera e regolare, dimezza i rischi: è quanto emerso da un importante studio inglese sui fattori di rischio di questa malattia.
L’attività fisica, si sa, ci mantiene in salute ed è anche una alleata nella prevenzione di alcune patologie tumorali. Tuttavia, la scienza non aveva ancora trovato alcun tipo di relazione positiva tra lo sport e il cancro alla prostata, uno dei più diffusi tra gli uomini di tutto il mondo. Per la prima volta, però, uno studio (il più ampio di sempre nel suo genere) ha scoperto che praticare qualsiasi tipo di attività sportiva potrebbe proteggere il nostro organismo dal carcinoma prostatico.

Pubblicità

Lo sport previene il cancro alla prostata?

A differenza di altri tumori, attorno a quello alla prostata c’è ancora molta incertezza per quanto riguarda i principali fattori di rischio. Il National Cancer Institute (USA) ha recentemente citato l’età, la predisposizione genetica, la storia familiare e i livelli di vitamina E, calcio e acido folico nell’organismo. Per approfondire la questione, gli esperti dell’University of Bristol and Imperial College hanno utilizzato un metodo chiamato randomizzazione mendeliana, che consente ai ricercatori di esaminare le variazioni genetiche per valutare le relazioni causali tra i (potenziali) fattori di rischio e lo sviluppo del cancro alla prostata.
Gli esperti, grazie al World Cancer Research Fund, hanno avuto accesso ai dati clinici e personali di quasi 80mila pazienti affetti da carcinoma prostatico e di 61mila soggetti sani, che hanno agito come gruppo di controllo. Tra i fattori di rischio hanno preso in considerazione quelli del National Cancer Institute (elencati in precedenza) più altri fattori legati alle abitudini di vita quotidiana: sport, alimentazione e molto altro.
>> LEGGI ANCHE: Ingrassare aumenta il rischio di cancro

L’attività fisica riduce del 51% i rischi di tumore alla prostata

Secondo i risultati, i soggetti abituati a fare sport avevano il 51% di probabilità in meno di ammalarsi di cancro alla prostata. Insomma, il rischio si è praticamente dimezzato rispetto agli individui sedentari. Gli esperti hanno specificato che con “sport” intendono tutte le forme di attività fisica, anche un numero adeguato di passi durante il giorno.
“Questo nuovo studio ha esaminato l’effetto di 22 fattori di rischio sul cancro alla prostata: i risultati legati all’attività fisica sono stati i più sorprendenti”, ha detto Anna Diaz Font, che ha finanziato lo studio. Si tratta di una ricerca molto importante che innescherà diverse indagini più approfondite sul rapporto tra sport (frequenza, tipologia, motivazioni) e prevenzione del cancro alla prostata.

LEGGI ANCHE:

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità