I migliori percorsi con le ciaspole a Madesimo

Dopo aver parlato delle ciaspolate più belle da fare in giornata (o in un weekend) se si abita nei pressi di Milano, andiamo ad approfondire i migliori percorsi con le ciaspole a Madesimo (Sondrio), una delle località sciistiche più gettonate d’Italia. Situato in Valle Spluga, all’interno della Val Chiavenna, questo piccolo paesino a 1550 metri offre più di 60 chilometri di ottime piste da sci per tutte le difficoltà.

Pubblicità

Ma per chi è in vacanza a Madesimo e non ama sciare, o per chi vuole semplicemente prendersi un giorno di pausa dalle attività più classiche da fare sulla neve, ci sono anche diverse escursioni interessanti da completare con le ciaspole ai piedi. Andiamo a vedere quali.

Quali sono i migliori percorsi con le ciaspole a Madesimo

Di itinerari con le ciaspole a Madesimo e nelle sue frazioni ne esistono di davvero suggestivi. Tutti sono segnalati ed è quindi facile orientarsi, ma è comunque importante non percorrerli mai in solitaria.

Da Madesimo a Mottaccio

Un percorso adatto a tutta la famiglia grazie al modesto dislivello (156 metri) e alla sua durata di 1 ora e mezza. A Madesimo, all’altezza del residence Alla Gran Baita (sul fiume), bisogna prendere la stradina che sale verso l’Alpe Andossi: individuarla è molto facile dato che è perfettamente segnalata. L’itinerario si sviluppa sia nel bosco sia in spazi più aperti, in grado di regalare agli escursionisti un paio di punti panoramici imperdibili. Il punto di arrivo è fissato presso la località di Mottaccio: da lì la strada ricomincia a scendere fino a Madesimo.
>> LEGGI ANCHE: Come vestirsi per andare con le ciaspole 

Isola-Cà Raseri-Isola

A Isola, frazione di Madesimo che sorge sulle sponde del lago artificiale creato dalla diga di Isolato, c’è un’interessante escursione da fare con le ciaspole che inizia e finisce presso la chiesa di San Martino. L’itinerario si sviluppa lungo il vecchio e pendente sentiero del passo del Baldiscio.
L’inizio è in salita, poi in zona Cà Raseri cominciano dei tratti aperti sopra degli sconfinati prati innevati con le montagne che fanno da sfondo. Il percorso, quando torna giù verso Isola, si addentra in un bosco caratterizzato da meravigliosi scorci sulla Via Spluga. Questa ciaspolata è adatta agli escursioni mediamente esperti. Il tempo di percorrenza è di circa un paio d’ore e il dislivello è pari a 250 metri.

Passo dello Spluga

D’inverno la strada del Passo dello Spluga rimane chiusa e si può percorrere con le ciaspole. Partendo dal villaggio alpino di Montespluga, a circa 15 minuti di auto da Madesimo, si risale fino al Passo lungo un percorso segnalato e tecnicamente adatto a ogni difficoltà (nonostante il dislivello di 300 metri). La ciaspolata, contando sia l’andata sia il ritorno, dura circa 4 ore. Durante l’escursione si possono ammirare le splendide cime del Pizzo Ferrè e dei monti della Valle di San Giacomo.
>> LEGGI ANCHE: 7 consigli per andare con le ciaspole in tutta sicurezza 

Da Isola a Borghetto

Da Isola alla frazione di Borghetto, passando per le cascate, gli alpeggi e i torrenti della splendida Val Febbraro. L’escursione parte dal lago artificiale di Isola, nei pressi del quale va preso il sentiero (segnalato) che porta fino a una chiesetta del ‘400. Qui ci si addentra nei dossi innevati fino a raggiungere il ponte che attraversa il torrente Febbraro. Una volta attraversato, bisogna seguire l’indicazione per Borghetto e il passo del Baldiscio.
Dopo aver ciaspolato di fianco al torrente, quando termina il tratto pianeggiante, è necessario attraversare il corso d’acqua su un’altra passerella e imboccare una vecchia mulattiera che si immerge nel bosco: si tratta della parte più ripida e faticosa dell’escursione. Una volta usciti dal bosco si arriva all’Alpe Borghetto (1897 metri), un luogo a dir poco selvaggio e circondato da maestose montagne innevate.

Leggi anche:

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità