I 10 migliori sport per dimagrire

Nuotare miglior sport dimagrire - Credits Arena

Fare sport è il modo migliore per dimagrire: l’attività fisica infatti permette di bruciare calorie e accelerare il metabolismo anche una volta terminata e, insieme a un po’ di attenzione all’alimentazione, è senza dubbio il metodo più sano ed efficace per raggiungere il peso forma ideale.

> Leggi anche: I 10 migliori sport da praticare

Molti pensano che gli sport migliori per dimagrire siano la camminata sportiva e la corsa, e tuttavia runnign e walking non sono le uniche attività fisiche che permettono di bruciare molte calorie in breve tempo: in linea generale, e senza cadere negli eccessi, più uno sport è intenso e coinvolge i muscoli di tutto il corpo e più avrà la capacità di innescare i meccanismi di consumo calorico, bruciando calorie con la conseguenza di una effettiva perdita di peso.

> Leggi anche: 10 consigli per camminare e stare in forma

Ecco allora, sulla base di una persona di media altezza, i 10 sport più indicati per dimagrire.

Canottaggio

Secondo sport nella classifica dei migliori sport da praticare considerando consumo calorico e rischio potenziale di infortuni, il canottaggio è un’attività di endurance che coinvolge parte alta e parte bassa del corpo in movimenti armonici e potenti che combinano tra loro forza e resistenza accelerando il metabolismo.

> Per approfondire: Canottaggio

Sci di fondo

Lo sci nordico è una delle migliori attività sportive per bruciare calorie: non solo perché è praticato al freddo, e il freddo aumenta naturalmente il consumo calorico come abbiamo scritto qui, ma anche perché coinvolge i muscoli di tutto il corpo, dalle gambe alle braccia al core, in un’intensa attività cardiovascolare.

> Per approfondire: Sci di fondo

Calcio

Be’ sì, il tanto bistrattato calcio ha anche degli aspetti positivi, come per esempio il fatto che coinvolgendo i diversi tipi di fibre muscolari ed essendo uno sport misto aerobico – anaerobico inevitabilmente accelera il metabolismo fino a bruciare 500 Kcal all’ora.

Squash

Lo squash è un fantastico sport cardiovascolare, fatto di scatti, frenate e intensità al massimo: per questo è stato proclamato anche il miglior sport da praticare considerando sia il consumo calorico medio che il rischio potenziale di infortuni, considerando che un’ora di gioco – il tempo medio di affitto di un campo da squash – può far bruciare oltre 700 Kcal. Un’alternativa all’aperto? Ora è di moda il paddle tennis, che si gioca in coppia dentro una gabbia di rete metallica.

> Leggi anche: 6 motivi per cui non si riesce a dimagrire

Surf

Il surf è un fantastico sport total body che richiede forza nelle gambe, nelle braccia e nel core, oltre alle doti di resistenza e fiato sia quando si è in piedi sulla tavola che quando si sbraccia per andare al largo: indicativamente un’ora di surf permette di bruciare circa 250 Kcal all’ora, che possono aumentare all’incrementare dell’intensità.

> Per approfondire: Surf

Ciclismo

Altro sport che come il nuovo e la camminata (o per certi aspetti anche il jogging) è adatto a persone di ogni età: pedalare significa coinvolgere i muscoli più grossi e potenti delle gambe, a partire da quadricipiti e glutei e senza dimenticare i polpacci, e benché la parte superiore del corpo non sia coinvolta come in altri sport, il ciclismo è uno sport ad altissimo consumo calorico: se i ciclisti professionisti hanno percentuali di massa grassa quasi nulla è perché – se praticato con intensità – il ciclismo può far bruciare fino a oltre 1000 Kcal all’ora. Ok, questo vale per i Pro, ma rimane il fatto che anche una bella gita in bicicletta sia un ottimo modo per consumare calorie.

> Per approfondire: Ciclismo

Ginnastica

Non bisogna farsi ingannare dalle pause e dai recuperi: la ginnastica è uno degli sport più intensi e impegnativi, e non a caso le ginnaste hanno tra i fisici più armonici tra gli sportivi. Scatti, salti, acrobazie, e ancora ricerca della coordinazione e dell’equilibrio portano a bruciare fino a 300 Kcal all’ora.

> Leggi anche: Allenarsi troppo non fa dimagrire

Parkour

Corse, salti, acrobazie e un sacco di movimenti funzionali: il Parkour è uno sport ad altissimo livello di consumo calorico proprio perché coinvolge tutti i muscoli, richiede forza e velocità, recluta i muscoli a un livello profondo e combinando le caratteristiche di molti sport (la corsa, l’arrampicata, il salto esplosivo, etc) accelera notevolmente il metabolismo.

> Per approfondire: Parkour

Corsa sprint

Partiamo da un dato medio: la corsa permette di bruciare 1 Kcal per kg di peso corporeo al chilometro (una persona di 60kg brucia quindi mediamente 60Kcal ogni km percorso, quindi più o meno ogni 5-7 minuti di attività). C’è però un modo per aumentare questo consumo calorico, che non crescerebbe esponenzialmente con l’aumentare del tempo e delle distanze dedicate al running: praticare la corsa veloce. In linea generale si bruciano più calorie facendo 10 volte alla massima velocità 200 metri, con un po’ di recupero tra uno “scatto” e l’altro che non correndo a velocità media per 2 km: questo perché il cuore lavora a livelli di battito più elevati, la circolazione del sangue è più veloce,la temperatura corporea aumenta più velocemente e in sostanza si accelera il metabolismo di base. Per questo motivo, dopo il nuovo, la corsa veloce è miglior modo per bruciare molte calorie.

> Per approfondire: Come e quanto correre per dimagrire

Nuoto

Il nuoto non è solo uno sport adatto a persone di ogni età e ogni livello di capacità, è anche se non soprattutto uno sport che coinvolge quasi ogni muscolo, dal collo alla punta delle dita dei piedi. Se poi lo si pratica cercando di aumentare un po’ la velocità e la permanenza in acqua (per esempio facendo ripetute con una breve pausa tra una vasca e l’altra: è stato dimostrato che c’è una correlazione lineare tra l’aumento della velocità e l’aumento del consumo calorico) può portare a bruciare fino a 11 calorie al minuto, ovvero circa 550 Kcal all’ora in più a quelle bruciate dal metabolismo di base.

> Per approfondire: Le differenze tra nuotare in piscina e al mare e Quale cuffia scegliere per andare in piscina

©RIPRODUZIONE RISERVATA