A che ora fare sport

a che ora fare sport

La possibilità di scegliere a che ora fare sport è, per il 99% delle persone, determinata dal lavoro, dalla famiglia e dagli altri impegni delle giornate. E quindi molto meglio allenarsi quando si può, anche se non sarebbe l’ora giusta per fare sport, che non fare nulla, ovvio. Ma per fare sport è meglio la mattina, il mezzogiorno o o la sera? Da un punto di vista puramente fisiologico c’è un orario migliore della giornata per fare sport, e dipende dall’orologio biologico, o meglio dal ritmo circadiano che regola l’alternanza di sonno e veglia e influisce su molti altri aspetti del nostro corpo come il rilascio di testosterone, la temperatura dei muscoli e quella basale, la pressione, il rilascio di neurotrasmettitori e molto altro.

Tutto questo, ovviamente, in condizioni puramente ipotetiche, perché poi ci sono lo stress, le abitudini alimentari, le alterazioni del sonno e molti altri aspetti che possono influire sulle nostre condizioni psico-fisiche.

A che ora fare sport

Da un punto di vista puramente fisiologico l’ora migliore per fare sport è il tardo pomeriggio quando la temperatura dei muscoli è al suo massimo. È più o meno la temperatura che i muscoli raggiungono dopo un buon riscaldamento, ed è quella ideale per accendere i meccanismi metabolici che permettono di fornire energia ai muscoli. L’innalzarsi della temperatura dei muscoli è legato al meccanismo interno che determina l’alternanza tra sonno e veglia e ovviamente funziona se si conduce una vita regolare.

Data la premessa, il tardo pomeriggio o l’imbrunire sono l’ora ideale per allenarsi dal punto di vista delle prestazioni ma, per esempio, se l’allenamento finisse poche ore prima di coricarsi potrebbe influire sulla facilità a prendere sonno, e quindi riposare a sufficienza per permettere al fisico di recuperare. Bisogna anche considerare che per fare sport è fondamentale nutrirsi adeguatamente durante il giorno, come abbiamo già suggerito qui.

A che ora fare sport per dimagrire

Se l’obiettivo è invece quello di perdere peso, l’ora migliore in cui fare sport per dimagrire potrebbe essere il mattino, appena svegli, prima ancora di fare colazione, come abbiamo spiegato qui. Dopo una notte di digiuno, e quindi a stomaco vuoto, la prima fonte di energia a cui il corpo si rivolge sono i grassi. Ora, fare sport completamente a stomaco vuoto potrebbe non essere la migliore delle soluzioni, tuttavia un allenamento di 30′, che sia di corsa o in un centro fitness, è sostenibile anche a stomaco vuoto e benché numerosi studi scientifici non abbiano rilevato differenze sostanziali in termini di perdita di peso tra chi si allena al mattino e chi fa sport la sera, è vero però che gli stessi studi hanno riscontrato un incremento dell’attività metabolica durante il giorno, cioè una maggior capacità di bruciare energia da parte del corpo, come avevamo già spiegato qui.

Fare sport al mattino

Fare sport al mattino è teoricamente molto vantaggioso per chi vuole sviluppare doti di forza. Al mattino infatti i livelli di testosterone sono al massimo, ed è noto come i livelli ematici, cioè circolanti nel sangue, di questo ormone sono direttamente collegati con la massa muscolare (motivo per il quale ci sono anche sportivi che ricorrono al doping per incrementare i propri livelli di testosterone). Tuttavia se per mattino si intende non immediatamente dopo il risveglio, è importante anche fare una corretta prima colazione, come abbiamo raccontato qui.

Fare sport di sera

Purtroppo fare sport di sera è la situazione obbligata e più diffusa per molti se non moltissimi, e sconta moltissime difficoltà pratiche della vita quotidiana: pasti irregolari o inadatti a fare sport (come abbiamo spiegato qui relativamente alla corsa), stress, calo di motivazione dopo una giornata di lavoro, ritardi e tutto quanto può capitare in una giornata “normale”. Peraltro per lungo tempo si è sconsigliato di praticare sport nelle 4 ore precedenti il momento di coricarsi in quanto la pratica sportiva avrebbe un potere “eccitante” dal punto di vista ormonale, cerebrale e fisico tale da rendere difficile l’addormentamento. Tuttavia bisogna segnalare anche alcuni recenti studi condotti in Svizzera secondo i quali un allenamento breve e intenso che termina 1 ora e mezza prima di andare a dormire faciliterebbe l’addormentamento, ridurrebbe il numero di risvegli nel corso della notte, migliorerebbe il riposo e l’umore al risveglio il mattino dopo.

Qual è l’ora migliore per fare sport?

Alla fine però, nonostante tutti questi studi scientifici, non bisogna dimenticare che le persone sono diverse tra loro, che i ritmi e gli stili di vita possono influire su motivazioni, disponibilità di tempo ed energie da dedicare allo sport, e che la cosa più importante è trovare una propria routine che renda l’allenamento e la pratica dello sport una regolare e naturale abitudine quasi quotidiana.

Credits photo: CC Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA